Salgono a 4 gli sbarchi in 12 ore: giunti 44 tunisini, in 237 all'hotspot

La struttura di prima accoglienza di contrada Imbriacola può ospitare un massimo di 192 persone e non più di 96

Una motovedetta dopo il recupero dei migranti a largo di Lampedusa

Dieci tunisini sbarcati durante la notte. Altrettanti in mattinata e 24 - su altre due barche - in serata. Le condizioni del mare sono migliorate e non è esclusa una nuova ondata di approdi e soccorsi. In mare, nelle acque antistanti alla più grande delle isole Pelagie, continuano i pattugliamenti delle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza. 

I migranti, dopo la rilevazione della temperatura corporea, sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove si è arrivati a 237 presenze a fronte di una capienza massima prevista non più per 96 persone, ma per 192. Come e quando si sia arrivati alla capienza di 192, e non più 96, non è stato reso noto dalla Prefettura di Agrigento. Appare scontato che siano stati ultimati dei lavori su un padiglione. Ma quando questo è avvenuto non è stato specificato.  

A breve - secondo quanto rendono noto dalla Prefettura di Agrigento - verranno ultimati i lavori di ripristino di un altro padiglione dell'hotspot di Lampedusa che porterà la capacità complessiva a 290 posti. 

(Aggiornato alle ore 21,35)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento