Nove sbarchi con oltre 350 tunisini e fughe dall'hotspot: Lampedusa è nel caos

Dall'hotspot con il traghetto di linea "Sansovino", che a Linosa ha avuto un guasto, e con le motovedette sono stati trasferiti 164 extracomunitari. Nella struttura ne restano più di 850. Domani arriverà la nave quarantena "Aurelia" che caricherà 250 persone e una quindicina di migranti positivi al Covid

Migranti in fase di trasferimento

Mentre il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, a Tunisi parla di una forte "pressione esercitata sul nostro Paese, in particolare sull'isola di Lampedusa e sulla Sicilia" che "crea una situazione di seria difficoltà aggravata dall'emergenza sanitaria Covid 19'', proprio sulla più grande delle isole Pelagie, anche oggi, s'è continuato a fronteggiare un esodo che sembra essere senza fine. Ben 9 i barchini che sono arrivati, a partire dalla mezzanotte, alcuni dei quali anche autonomamente. La Prefettura di Agrigento ha provato - con due trasferimenti - ad alleggerire le presenze nell'hotspot. Impossibile però riuscirci perché per i circa 164 che sono stati trasferiti ne sono arrivati poco più di 350. Ma domani arriverà la seconda nave-quarantena "Aurelia" che imbarcherà un nutrito gruppo e una quindicina di positivi al Covid-19. Oggi, inoltre, s'è registrata una fuga dall'hotspot, ma i 15 migranti che si erano allontanati sono stati tutti rintracciati.   

Ore 20. Domani mattina è previsto, a Lampedusa, l’arrivo della nave “Aurelia”, noleggiata dal Governo per la quarantena dei migranti su cui troveranno accoglienza circa 250 migranti e una quindicina di extracomunitari risultati positivi al Coronavirus. "Sempre nella mattinata di domani verrà attivato, a mezzo del traghetto di linea, un trasferimento di ulteriori migranti negativi al tampone rino-faringeo - rendono noto dalla Prefettura di Agrigento - . Massima è anche l’attenzione, in costante contatto con il sindaco, per le condizioni dell’ordine e della sicurezza pubblica sull’isola, essendo state impartite disposizioni finalizzate al rafforzamento dei servizi di vigilanza all’hotspot, interessato dal fenomeno degli allontanamenti di alcuni migranti,  restii ad osservare il regime della quarantena sanitaria. Nel pomeriggio, grazie allo sforzo congiunto delle forze dell’ordine e del personale dell’hotspot, 15  migranti che si erano allontanati dalla struttura sono stati rintracciati  e ricondotti presso il suddetto centro di accoglienza".

Lamorgese-Di Maio a Tunisi, sbloccati 11 milioni di euro di aiuti

Ore 19,31. Altri 4 barchini, con a bordo poco più di 150 tunisini, sono riusciti ad arrivare a Lampedusa. Due imbarcazioni sono state soccorse nelle acque antistanti all'isola, altrettante sono invece approdate direttamente sulla costa. Salgono a 9, complessivamente, dalla mezzanotte, i barchini arrivati a Lampedusa con oltre 350 extracomunitari. Nella struttura di prima accoglienza ci sono, al momento, poco più di 850 migranti, tunisini per la maggior parte. Oggi, con il traghetto di linea "Sansovino" che a Linosa ha avuto un guasto, sono stati trasferiti 84 migranti, mentre altri 80 hanno lasciato l'hotspot e sono stati caricati sulle motovedette di Guardia costiera e Guardia di finanza. Andranno in Piemonte e Calabria. La Prefettura di Agrigento è al lavoro per pianificare i nuovi trasferimenti che verranno effettuati domani.

Si stacca e cade in mare il portellone del traghetto, 347 passeggeri sbarcati a Linosa

Ore 16. Dieci tunisini sono stati intercettati sulla strada di Ponente a Lampedusa. I migranti, subito dopo lo sbarco, sono riusciti a raggiungere la via principale, dove sono stati bloccati e portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove ci sono circa 710 persone. 

Ore 11,30. Sono 84 i tunisini che si sono lasciati alle spalle l'hotspot di Lampedusa e che sono stati imbarcati sul traghetto di linea che in serata giungerà a Porto Empedocle. Fra poco, con le motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza, secondo quanto stabilito dalla Prefettura di Agrigento, ne verranno trasferiti altri 80. I due gruppi andranno nelle strutture d'accoglienza di Calabria e Piemonte. Non è escluso, ma la conferma si avrà soltanto nelle prossime ore, che in serata, con il secondo traghetto di linea, possano lasciare l'isola altri 80 migranti. Al momento, con la certezza dei trasferimenti con il primo traghetto di linea e le motovedette, nella struttura d'accoglienza - dove all'alba c'erano poco meno di mille persone - restano poco più di 700 extracomunitari a fronte di una capienza massima prevista per 192. Fra loro ci sono anche gli ultimi 200 tunisini giunti, stanotte, con 5 diversi barchini, quattro dei quali sono approdati in maniera autonoma sulla costa. Dopo i cinque approdi della notte si è arrivati a 928 ospiti nella struttura d'accoglienza. 

Ore 9,35. In due giorni, sabato e domenica, sono arrivati complessivamente 728 migranti a Lampedusa: 387 ieri e 341 il giorno prima. La Prefettura di Agrigento, d’intesa col ministero, sta facendo degli sforzi enormi per trasferire un cospicuo numero di extracomunitari e alleggerire così le presenze all'hotspot. La struttura di prima accoglienza è in tilt: sta accogliendo circa mille persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lampedusa è "accerchiata": 19 i barchini arrivati con più di 300 migranti

(Aggiornato alle ore 20,07)


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento