Lampedusa si conferma "porta d'Europa": 3 sbarchi con 137 migrati

Già trasferiti 81 bengalesi, sudanesi, egiziani e ivoriani: trascorreranno il periodo di sorveglianza sanitaria sulla "Moby Zazà". All'hotspot restano in 77, tutti tunisini

Alcuni dei 55 migranti su molo Favarolo

Lo è da un ventennio. Lo resterà verosimilmente, nonostante il timore determinato dal Covid-19, anche per l'estate 2020. Perché, non a caso, Lampedusa è la "porta d'Europa". Tre gli sbarchi - di cui uno veramente micro: composto da appena 5 persone - registratisi in giornata, per un totale di 137 migranti. Ieri, invece, con tre diversi barchini sono giunti in 23.

Quattro barchini e due "carrette del mare": Lampedusa è assediata

Grazie a quella che è ormai una "macchiina" ben collaudata, l'isola è stata anche già lasciata da 81 extracomunitari. Con le motovedette della Guardia di finanza e della Guardia costiera, il gruppo è stato trasferito a Porto Empedocle dove – in rada – c’è la nave-quarantena “Moby Zazà”. Orario d'arrivo previsto alle ore 23. Tutti gli 81 trascorreranno il periodo di sorveglianza sanitaria proprio sull’imbarcazione voluta dal Governo per fronteggiare la doppia emergenza: immigrazione e Covid-19.

Gli ultimi arrivare, nel tardo pomeriggio, sono stati 55 tunisini, 4 dei quali minori. Il barcone era stato intercettato – dalle motovedette della Capitaneria di porto – davanti Cala Creta. E’ stato scortato verso molo Favarolo da dove la polizia, dopo i primissimi controlli sanitari, ha avviato il trasferimento verso l’hotspot di contrada Imbriacola dove poche ore prima erano stati accompagnati i 5 tunisini che, a bordo di un barchino, erano riusciti ad arrivare direttamente a molo Favarolo. In mattinata invece erano sbarcati in 77, tra cui 16 minori. Sono risultati essere bengalesi, tranne 2 sudanesi e 5 egiziani. Proprio questo gruppo, assieme ai 4 ivoriani sbarcati (erano assieme a 4 tunisini quando il loro barchino è stato intercettato davanti l’isola dei Conigli) nella serata di lunedì, è stato “caricato” sulle motovedette ed è stato trasferito a Porto Empedocle. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al centro d’accoglienza sono rimasti in 77, tutti tunisini. E questo perché – dopo i disordini registratisi - i tunisini vengono trasferiti e alloggiati in strutture d’accoglienza della terraferma. Appena 24 ore fa, un gruppo di 95 tunisini (sempre sbarcato a Lampedusa) è stato trasferito, dopo la tappa intermedia di Porto Empedocle, in una struttura d’accoglienza di Siracusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento