rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Il fenomeno / Lampedusa e Linosa

Recuperato il cadavere di un migrante, nave ong verso Lampedusa: 4 sbarchi con 428

Ottantadue degli attuali ospiti della struttura di contrada Imbriacola sono in fase di trasferimento verso il porto commerciale dell'isola dove verranno imbarcati su nave della Capitaneria che li trasferirà a Pozzallo

Ore 18. Tre barchini, con 155 migranti, sono stati soccorsi al largo di Lampedusa dalle motovedette Cp306 della Guardia costiera e G79 delle Fiamme Gialle. Salgo a 7 dalla mezzanotte, con un totale di 428 persone. Sugli ultimi natanti c'erano gruppi di 66, partiti da Sabratha in Libia; 23 (4 donne e 2 minori) e 66 (9 donne e 4 minori) salpati da Chebba e Madhia in Tunisia. I gruppi erano composti da bengalesi, siriani e palestinesi il primo e da tunisini gli altri due che hanno pagato fino a 5 mila dinari tunisini.  

Ore 12. La nave Astral di Open Arms sta facendo rotta verso Lampedusa. Ieri, in acque internazionali, aveva recuperato il corpo di un migrante e dopo una notte di attesa e mezza mattinata è stata autorizzata a sbarcare la salma a molo Favarolo. La salma verrà portata alla camera mortuaria del cimitero di Cala Pisana dove ci sono altre due bare e dove verrà effettuata l'ispezione cadaverica. Al molo c'è già la polizia che è pronta a scortare il cadavere. Verosimilmente si tratta di uno dei 17 dispersi del quattro naufragi verificatisi, in area Sar maltese, lo scorso 24 aprile. Allora furono recuperati complessivamente 165 migranti e due cadaveri. Due giorni dopo vennero recuperati dalla Guardia costiera i cadaveri di due donne. 

Ore 11,37. Maxi sbarco a Lampedusa dove, dopo il soccorso del barcone in legno di 10 metri, sono sbarcati 133 migranti, fra cui 7 donne e 8 minori. Il natante, affollato da persone originarie di Eritrea, Bangladesh, Egitto, Siria, Ghana, Guinea, Nigeria, Pakistan, Siria, Sudan, Somalia e Palestina, è partito, stando ai racconti degli stessi migranti, è salpata da Al Ajaylat in Libia. Tutti sono stati portati all'hotspot di Lampedusa. Salgono a 4, con un totale di 273 persone, gli sbarchi a partire dalla mezzanotte.  

Ore 10,30. Altri 92 migranti sono sbarcati a Lampedusa dopo che i due diversi barchini sui quali viaggiavano sono stati soccorsi dalla motovedetta Pv8 Greco della Guardia di finanza e Cp327 della Guardia costiera. Sul primo viaggiavano 35 persone (10 donne e 2 minori) originarie di Camerun, Congo, Costa d'Avorio, Gambia, Guinea e Mali che sono partite alle ore 22 di ieri da Sfax. Sul secondo, c'erano invece 57 eritrei ed egiziani, fra cui 3 donne, che hanno riferito d'essere partiti da Sabratah in Libia. Di questi, un uomo è stato portato al Poliambulatorio perché aveva bisogno di cure mediche. 

Ore 8,49. Mentre è in corso l'imbarco di 82 migranti su una motovedetta della Capitaneria che li trasferirà a Pozzallo, oggi saranno 1.382 circa i migranti che lasceranno l'hotspot e Lampedusa. A varare l'ennesimo maxi piano di trasferimenti (ieri con traghetti, aerei e navi militari sono stati trasferiti 850 migranti), è stata la Prefettura di Agrigento. I voli militari previsti per oggi sono due: 90 persone con destinazione Bologna e altrettante per Pisa. Con il traghetto Galaxy partiranno in 170 (che andranno poi nei Cas di Abruzzo, Marche, Liguria, mentre 50 minori non accompagnati verranno trasferiti in strutture di Taranto e Brindisi), il pattugliatore Cinus della Guardia di finanza sposterà, in giornata, altri 90 migranti a Pozzallo e con il traghetto di linea della sera, il Novelli, verranno trasferiti a Porto Empedocle altri 360 migranti che sono destinati a raggiungere 200 la Lombardia, 100 il Piemonte e 60 la Toscana. Previsto, inoltre,  l'attracco della nave Vega della Guardia costiera che imbarcherà 500 migranti da spostare a Reggio Calabria. 

Ore 8,37. Secondo sbarco autonomo, nel giro di poche ore, a Lampedusa. Dopo i 15 migranti bloccati dai carabinieri, i militari della tenenza della Guardia di finanza hanno sorpreso 48 persone sulla spiaggia di Cala Croce. Ritrovata, e sequestrata, anche l'imbarcazione usata per la traversata: un barchino di 7 metri di ferro che, stando alle dichiarazioni dei 48, è salpato da Sfax in Tunisia alle ore 6 di ieri. Il gruppo - hanno detto d'aver pagato 2.500 euro per il viaggio - è composto da persone originarie di Burkina Faso, Costa d'Avorio, Guinea e Sud Sudan. 

Ore 8. Sono 2.107 i migranti, al momento, ospiti dell'hotspot di Lampedusa dove a partire dalla mezzanotte non ci sono stati più sbarchi. L'ultimo di ieri è stato alle 23,30: i carabinieri hanno intercettato e bloccato direttamente sulla terraferma 15 sedicenti eritrei, etiopi, libici e sudanesi che hanno riferito d'essere salpati da Zwuara in Libia. L'imbarcazione usata per la traversata non è stata ancora ritrovata. Ieri, sull'isola, ci sono stati 17 approdi con un totale di 610 persone. 

Ottantadue degli attuali ospiti della struttura di contrada Imbriacola sono in fase di trasferimento verso il porto commerciale dell'isola dove verranno imbarcati su nave della Capitaneria di porto che li trasferirà a Pozzallo. 

Sbarcano a Porto Empedocle quattro feretri di migranti ripescati dopo più tragedie: verranno seppelliti a Montevago e Siculiana

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperato il cadavere di un migrante, nave ong verso Lampedusa: 4 sbarchi con 428

AgrigentoNotizie è in caricamento