rotate-mobile
La crisi / Lampedusa e Linosa

Migranti: sbarcati in 1.689 in poco più di 48 ore, hotspot di nuovo al collasso

Per la mattina, su disposizione della Prefettura, in 244 verranno imbarcati sul traghetto di linea Galaxy che giungerà in serata a Porto Empedocle. La Procura ha aperto un'inchiesta sul naufragio che è costato la vita a due uomini, ma vi sarebbero anche 18 dispersi

Trentasei migranti, fra cui 8 donne e un minore, sono stati soccorsi, durante la notte, in area Sar, dalla motovedetta Cp319 della Guardia costiera. Il barchino di 7 metri sul quale viaggiavano, salpato alle ore 3 di venerdì scorso, è stato lasciato alla deriva, e i migranti, dopo il trasbordo sull'unità dii soccorso sono stati sbarcati a molo Favarolo a Lampedusa. Hanno riferito di essere originari di Burkina Faso, Costa d'Avorio, Gambia e Guinea. 

Nigeriano spinge al largo la barca carica di migranti e muore, due salme recuperate da Ong: 3 cadaveri giunti a Lampedusa in poche ore

Ieri, a Lampedusa, ci sono stati 26 sbarchi con un totale di 974 persone. Il giorno prima erano stati 17 gli approdi con 679 migranti. All'hotspot di contrada Imbriacola, all'alba, c'erano 1.883 ospiti, a fronte dei poco meno 400 posti disponibili. Per la mattina, su disposizione della Prefettura di Agrigento, in 244 verranno imbarcati sul traghetto di linea Galaxy che giungerà in serata a Porto Empedocle. 

Uova di Pasqua per i piccoli migranti

Oltre cento uova di Pasqua sono stati consegnati ieri, dal sindaco di Lampedusa Filippo Mannino, all'hotspot di contrada Imbriacola. A donarli è stato un supermercato dell'isola e il primo cittadino, assieme ad altri componenti dell'amministrazione, ha trasferito e consegnato i pacchi che avrebbe voluto aprire, consegnando le uova di Pasqua a tutti i piccoli migranti presenti nella struttura. Non è stato però possibile perché la struttura era ed è sovraffollata ed erano in corso le procedure di identificazione dei nuovi sbarcati. I pacchi, con oltre cento uova di Pasqua, sono stati dunque lasciati davanti al cancello e alla distribuzione ai piccini che si trovano nella struttura ci hanno pensato gli operatori dell'ente gestore. 

L'inchiesta della Procura

Intanto, la Procura di Agrigento, con il reggente Salvatore Vella, ha aperto un'inchiesta sul naufragio registratosi durante la notte fra sabato e domenica di Pasqua nel Mediterraneo centrale. Ventidue, fra cui 9 donne, i superstiti salvati dalla nave Nadir  della Ong tedesca Resqship che ha recuperato anche i cadaveri di due uomini. Secondo le testimonianze dei sopravvissuti vi sarebbero 18 dispersi. I pm di Agrigento hanno aperto un fascicolo, a carico di ignoti, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e morte quale conseguenza di altro reato. Sono in corso le ricerche dei 18 dispersi del naufragio verificatosi, in acque Sar Maltesi. Impossibile ipotizzare che qualcuno dei migranti di cui non si ha più notizia sia rimasto in vita, sia perché è trascorso troppo tempo (erano le 4,33 di domenica quando la nave Nadir della Ong tedesca Resqship traeva in salvo 22 persone e recuperava i cadaveri di 2 uomini), sia perché le condizioni del mare sono peggiorate. 

I poliziotti della Squadra Mobile stanno cercando di ascoltare i 22 sopravvissuti, ma fra i 13 uomini e le 9 donne, originari di Costa d'Avorio, Guinea, Camerun e Senegal, c'è molta ritrosia a parlare. Tutti sono sotto choc e fortemente impauriti. Sarà necessario far passare un po' di tempo affinché possano capire che non c'è d'aver paura della polizia italiana. Al momento, l'unica cosa che hanno detto è d'aver pagato 3 mila dinari tunisini per il viaggio iniziato da Sfax.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti: sbarcati in 1.689 in poco più di 48 ore, hotspot di nuovo al collasso

AgrigentoNotizie è in caricamento