rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Indagini / Lampedusa e Linosa

Scoppia la rissa davanti al bar, scoperta anche una estorsione: denunciati

Tre gli uomini coinvolti: un disoccupato, un pescatore ed un aiuto cuoco che hanno dai 53 ai 23 anni. Nessuno di loro, per fortuna, ha riportato gravi lesioni

I motivi non sono chiari e sono stati, anzi, etichettati come “futili”. Nei giorni scorsi, durante il pomeriggio, in via Roma, nei pressi di un bar, è scoppiata però, all’improvviso, una rissa. Un alterco che è poi appunto degenerato e che ha coinvolto tre persone. Tre uomini: un disoccupato, un pescatore ed un aiuto cuoco residenti a Lampedusa che non hanno, per loro fortuna, riportato gravi lesioni.

I carabinieri della stazione, coordinati dal comando compagnia di Agrigento, poche ore dopo, hanno denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica, i tre coinvolti nel tafferuglio. Quindi tutti – hanno un’età che va dai 53 ai 23 anni - dovranno rispondere dell’ipotesi di reato di rissa. Ma i militari dell’Arma hanno accertato che vi sarebbero anche gravi indizi di colpevolezza, a carico di uno dei coinvolti nella rissa, per estorsione. Ad essere deferito anche per questa fattispecie è stato l’aiuto cuoco. E l’estorsione si sarebbe consumata in danno del pescatore.

Il riserbo dei carabinieri - tanto quelli della stazione della più grande delle isole Pelagie, quanto della compagnia dell’Arma di Agrigento -  ieri risultava essere massimo. Nessuna indiscrezione in merito all’estorsione, per cui appunto c’è stato un denunciato, veniva fatta trapelare. Appare probabile – ma non vi sono conferme istituzionali al riguardo – che l’alterco trasformatosi ben presto in una scazzottata potrebbe anche aver avuto origine da fatti, forse anche pregressi, di minacce e violenze per ottenere un ingiusto profitto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la rissa davanti al bar, scoperta anche una estorsione: denunciati

AgrigentoNotizie è in caricamento