rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Ambiente / Lampedusa e Linosa

Scarti di edilizia e demolizioni, scoperta area di deposito abusiva: sequestrata

Il giorno prima, i carabinieri hanno fermato e controllato un veicolo impiegato per il trasporto di rifiuti derivati da costruzioni. Dopo l’analisi documentale, gli investigatori hanno proceduto ad apporre i sigilli temporanei

Sequestrata un’area di 850 metri quadrati, nelle vicinanze di Cala Maluk, ricolma di rifiuti derivanti da attività edilizie e di demolizione. A farlo sono stati i carabinieri del centro Anticrimine Natura del comando provinciale di Agrigento, con il supporto dei militari dell’Arma della locale stazione.

Il giorno prima del sequestro, i carabinieri hanno fermato e controllato un veicolo impiegato per il trasporto di rifiuti derivati da costruzioni e demolizioni. Dopo l’analisi documentale, gli investigatori hanno proceduto al sequestro temporaneo dell’area che era, appunto, ricolma di rifiuti senza che vi fosse qualsiasi autorizzazione. Quando i carabinieri sono arrivati all’interno di un comprensorio aziendale, si sono ritrovati dinanzi agli occhi cumuli di di scarti di edilizia. E’ scattato naturalmente, inevitabilmente, il sequestro. Sia perché, appunto, non vi era alcuna autorizzazione, ma anche perché il rischio concreto non poteva che essere quello dell’inquinamento ambientale. Del resto a poca distanza ci sono aree, incontaminate, come cala Maluk o, ancora avanti, ma bisogna spostarsi un bel po’, c’è la splendida Cala Creta. Le oasi di Lampedusa – suggestive per territorio, vegetazione e mare cristallino, oltre che per le particolarissime insenature della costa, non possono che essere tutelate anche dai militari dell’Arma, quelli del centro Anticrimine e Natura soprattutto.

Controlli di questo genere, naturalmente, proseguiranno. E questo per tutelare appunto l’incontaminato ambiente della più grande delle isole Pelagie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarti di edilizia e demolizioni, scoperta area di deposito abusiva: sequestrata

AgrigentoNotizie è in caricamento