menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta dell'hotspot di Lampedusa

Una veduta dell'hotspot di Lampedusa

"Tornano a Lampedusa nonostante il respingimento", altri 6 arresti

La polizia si occupa, subito dopo ogni sbarco di extracomunitari, delle procedure di identificazione che, nonostante eventuali alias utilizzati da chi approda, consentono di arrivare ad una corretta identificazione dell’immigrato

Salgono a 16, complessivamente, nell'arco di poco meno di 48 ore, i tunisini che sono stati arrestati perché rientrati in Italia nonostante il decreto di respingimento. Gli ultimi 6, in ordine di tempo, sono stati arrestati - ad opera dei poliziotti della Squadra Mobile - ieri. Anche loro, nonostante fossero gravati da decreto di respingimento, sono tornati sul territorio nazionale, attraverso la frontiera di Lampedusa, prima dei 3 anni dalla data di effettivo allontanamento. 

"Rientrano in Italia nonostante l'espulsione del prefetto", arrestati 10 tunisini

La Squadra Mobile, su disposizione del pm di turno, ha sottoposto i 6 nuovi arrestati ai domiciliari nell’hot spot di Lampedusa.

La polizia si occupa, subito dopo ogni sbarco di extracomunitari, delle procedure di identificazione: tutti i migranti vengono foto segnalati e vengono rilevate le loro impronte digitali. Ed è proprio grazie a queste procedure che, nonostante eventuali alias utilizzati da chi sbarca, che si riesce sempre ad arrivare ad una corretta identificazione dell’immigrato, accertando anche l'illegale reingresso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento