Cronaca Lampedusa e Linosa

Sversamento di reflui fognari non depurati dall'hotspot, scattano le verifiche dei carabinieri

I militari dell'Arma del centro Anticrimine e Natura, dopo l'inchiesta aperta dalla Procura, hanno effettuato un sopralluogo mirato

I carabinieri del centro Anticrimine e Natura del comando provinciale di Agrigento hanno effettuato, stamattina, un sopralluogo all'interno e all'esterno dell'hotspot di contrada Imbriacola a Lampedusa. Potrebbe trattarsi soltanto della prima di più verifiche che saranno effettuate anche nei prossimi giorni sempre dai militari dell'Arma del centro Anticrimine e Natura. 

Sversamento di reflui fognari non depurati dall'hotspot, dopo l'esposto di Legambiente aperta un'inchiesta

Sotto osservazione le condizioni igienico sanitarie degli scarichi fognari che, nelle ultime settimane, sono state oggetto di malfunzionamento delle pompe. Tutte le risultanze della ispezione saranno comunicate alla Procura di Agrigento che, nei giorni scorsi, ha aperto un'inchiesta dopo un esposto di Legambiente sugli sversamenti dalle vasche di laminazione che avrebbero provocato "un gravissimo caso di inquinamento ambientale". Gli accertamento sono finalizzati anche a valutare l'esistenza di un eventuale "rischio sanitario". Non è escluso - ma spetterà proprio ai carabinieri del centro Anticrimine e natura di Agrigento verificare - che vi siano anche rischi per la salute pubblica. Perché fra quei reflui fognari finiscono anche i liquami di chi è affetto da Covid-19, da difterite e, in passato, anche da tubercolosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamento di reflui fognari non depurati dall'hotspot, scattano le verifiche dei carabinieri

AgrigentoNotizie è in caricamento