Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ascensore per disabili fuori uso e portellone non idoneo ai mezzi commerciali": scoppia la protesta contro il "Lampedusa"

Il traghetto ha preso, temporaneamente, il posto del "Sansovino" per coprire la tratta Porto Empedocle-isole Pelagie

 

"L'ascensore per i disabili è fuori uso e il portellone centrale non è idoneo a far sbarcare i mezzi commerciali". Turisti e autotrasportatori hanno cominciato a storcere il naso e a protestare. Il traghetto "Lampedusa" - che ha preso, temporaneamente, il posto del "Sansovino" - sta già creando qualche difficoltà. E avviene in un momento dell'anno in cui la motonave è super utilizzata, da turisti e autotrasportatori appunto, per la tratta Porto Empedocle-Linosa-Lampedusa. 

Si stacca e cade in mare il portellone del traghetto, via al trasferimento da Linosa dei 315 passeggeri

Era il 22 gennaio del 2016 quando, per le Pelagie, veniva messo in servizio il "Lampedusa": una nave Ro-Ro (che, allora, era fresca di cantiere) capace di quasi 500 posti, con almeno 50 cabine letto e 150 posti a sedere. Il "Lampedusa" doveva affiancare il collegamento marittimo già assicurato dalla "Sansovino", doveva essere dunque il secondo traghetto per le Pelagie. Poi fu, però, su disposizione della Regione, "dirottato" per "servire" Pantelleria. Adesso, per riuscire a garantire i collegamenti fra Porto Empedocle e le Pelagie, il "Lampedusa" è stato rimesso - ma temporaneamente appunto - sulla tratta.   

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento