rotate-mobile
Già proclamato lo stato d'agitazione / Lampedusa e Linosa

Troppi tumori e malattie cardiache fra i vigili del fuoco di Lampedusa, M5S presenta interrogazione parlamentare

I "grillini" chiedono al ministro della Salute "se intende portare avanti l’indagine epidemiologica richiesta per chiarire eventuali nessi tra l’esposizione alle onde elettromagnetiche impiegate dal radar An-Fps-8 installato a Lampedusa e i casi diagnosticati"

Il Movimento Cinque Stelle ha presentato un'interrogazione parlamentare sul "caso" tumori dei vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale di Lampedusa. I grillini hanno chiesto al ministro della Salute se "sia a conoscenza" e "quali iniziative, per quanto di competenza, intenda intraprendere: se intende portare avanti l’indagine epidemiologica richiesta per chiarire eventuali nessi tra l’esposizione alle onde elettromagnetiche impiegate dal radar An-Fps-8 installato a Lampedusa e i casi di diagnosi oncologiche e di malattie cardiovascolari riscontrate tra coloro che hanno prestato servizio tra i vigili del fuoco del distaccamento dell’isola durante il periodo di attività del radar". A sollevare il caso, nei mesi passati, era stato il segretario del sindacato Uilpa vigili del fuoco di Agrigento, Antonello Di Malta. 

Nel novembre 1986 venne installato, a Lampedusa, un radar General electric An-Fps-8, in dotazione alla 134° squadriglia dell’Aeronautica militare. Radar che lavora a una frequenza compresa tra 1.280 e 1.380 megahertz e che risultava posizionato nelle immediate vicinanze (a meno di 500 metri) del distaccamento aeroportuale dei vigili del fuoco, 

Nel 1998 la sala controllo di Lampedusa fu dismessa e la 134° squadriglia assunse la configurazione di sensore remoto, con la contestuale dismissione del radar, successivamente sostituito da un altro radar, posizionato a una distanza decisamente maggiore. A circa 70 vigili del fuoco in servizio al distaccamento, tra il 1986 e il 1998, sarebbero stati diagnosticati oltre 20 casi di malattie oncologiche e cardiovascolari. A questi si aggiungerebbero ulteriori casi tra il personale di altri enti presenti all’interno dell’aeroporto. 

La Uilpa vigili del fuoco di Agrigento, con il suo segretario Antonello Di Malta, è stata convocata in direzione regionale Sicilia per il tavolo di raffreddamento allo stato di agitazione proclamato  per la richiesta, e non ancora effettuata, indagine epidemiologica sui casi di tumore e malattie cardiache verosimilmente riconducibili al radar in dotazione alla 134° squadriglia dell’Aeronautica militare, installato dal1986 al 1998 nelle vicinanze del distaccamento aeroportuale (meno di 500 metri) del distaccamento aeroportuale dei pompieri di Lampedusa. 

Dopo che la Uilpa vigili del fuoco aveva scritto al prefetto di Agrigento, Maria Cocciufa, al capo dipartimento, Laura Lega, al capo del corpo, Giulio Parisi, e all'ufficio di coordinamento delle attività sanitaria e di medicina legale e dopo che il M5S ha presentato una interrogazione parlamentare, la sigla sindacale è stata convocata per il 18 maggio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi tumori e malattie cardiache fra i vigili del fuoco di Lampedusa, M5S presenta interrogazione parlamentare

AgrigentoNotizie è in caricamento