rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Lampedusa e Linosa

"Fanno finta di pescare per scaricare due barchini con 15 migranti", scatta il blitz: fermati due scafisti

L'operazione della Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura, è scattata dopo un lungo servizio di osservazione a distanza del motopesca tunisino

I finanzieri del reparto operativo aeronavale di Lampedusa, al termine di un servizio di osservazione e pattugliamento predisposti di concerto con la Procura della Repubblica di Agrigento, coordinata da Luigi Patronaggio, hanno proceduto al fermo, all'interno delle acque nazionali, di un motopesca battente bandiera tunisina.

Microsbarco a Lampedusa, fermato un gruppo di migranti

A bordo del peschereccio sono stati trovati 15 cittadini extracomunitari (di cui alcuni minorenni) in procinto di sbarcare sull'isola, con due barchini trainati dallo stesso peschereccio. Il comandante K.S., 39 anni, pluripregiudicato e già ricercato dalla magistratura italiana e il membro dell'equipaggio M.Z., 50 anni, sono stati posti in stato di fermo per il reato di favoreggiamento della immigrazione clandestina e il motopesca sottoposto a sequestro.

"L'operazione della Guardia di Finanza - sottolineano fonti della Procura - ha confermato, ancora una volta, il sistema degli sbarchi con l'ausilio di una nave madre simulante una battuta di pesca". L'udienza di convalida del fermo, davanti al gip, è prevista per domani. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fanno finta di pescare per scaricare due barchini con 15 migranti", scatta il blitz: fermati due scafisti

AgrigentoNotizie è in caricamento