"Stop migranti e subito un ospedale": raccolta firme da inviare a Roma

I due argomenti non sono previsti nel consiglio comunale che si terrà mercoledì, chi in questi giorni ha dato vita alla mobilitazione non si ritiene dunque soddisfatto

Il Polianbulatorio di Lampedusa

"L'unico punto all'ordine del giorno è l'emergenza Covid. Non sappiamo se, nell'ambito di quel punto all'ordine del giorno, si parlerà anche di ospedale. Ma noi non siamo soddisfatti, noi non parleremo. Non è possibile che le istituzioni di prossimità non abbiano preso in considerazione una parte di Lampedusa". Lo ha detto, ieri sera, durante la raccolta firme in piazza Libertà, il lampedusano Giacomo Sferlazzo. Gli isolani, quelli che chiedevano di poter discutere della creazione di un ospedale e della chiusura dell'hotspot, non sono appunto soddisfatti e anche ieri pomeriggio e sera hanno continuato a raccogliere le firme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Venga creato un ospedale e basta immigrati a Lampedusa", il Consiglio si farà 

E' stata presa, infatti, una decisione. Le richieste, assieme alle firme raccolte, verranno inviate al presidente del Consiglio, ai ministri della Sanità, degli Interni, al presidente della Regione e all'assessore regionale alla Sanità e al prefetto di Agrigento. Le richieste sono: "l'impegno a realizzare un ospedale (sull'isola c'è un Poliambulatorio) a Lampedusa e a fare in modo che sul territorio delle Pelagie venga garantito l'effettivo rispetto dei Lea (Livelli essenziali di assistenza), in linea con l'articolo 32 della Costituzione e con le normative vigenti" e "segnare una forte discontinuità nell'utilizzo e nell'abuso del territorio di Lampedusa e della sua comunità all'interno della governance delle migrazioni così come verificatosi da trent'anni a questa parte: chiudere l'hotspot e il trasferimento immediato dei migranti su terraferma, senza passare dall'isola, sottraendo così Lampedusa alle strumentalizzazioni, ai ricatti e alla complicità col commercio di carne umana".

"Basta hotspot, migranti e isola militarizzata": si fa di nuovo alta la tensione a Lampedusa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento