menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ponte della Open Arms

Il ponte della Open Arms

Onde altissime e forte vento, Open Arms: "Situazione drammatica, porto subito"

A bordo della nave della Ong spagnola ci sono, da 13 giorni, 147 persone. Appello anche per i 356 migrati stipati sulla Ocean Viking

"Se la situazione era già difficile a bordo di Open Arms, la meteorologia la trasforma in drammatica. Davvero gli stati europei permettono una cosa simile? Come la chiamate questa, se non emergenza umanitaria? Dove siete? #unportosicurosubito". Lo scrivono su Twitter, accompagnando l'appello con le immagini di mare mosso e degli immigrati sistemati sul ponte, dalla Ong spagnola. "In mare ci sono 147 storie di vita, di speranza, di coraggio, purtroppo anche di violenza - avevano spiegato qualche ora prima - . Storie di uomini, donne e bambini che devono sbarcare. Subito". I 147 migranti sono da 13 giorni sulla nave Open Arms, in acque internazionali, a circa 30 miglia dalla costa di Lampedusa. Le raffiche di vento, così come il mare agitato, sono dati in aumento.

Bimbo con difficoltà respiratorie, autorizzato lo sbarco dei gemelli di 9 mesi e dei genitori

"Oggi è il tredicesimo giorno. Tredicesimo giorno in mare. Tutti sotto l’ombrellone o dietro uno schermo a digitare. Loro sono in mare. Così, ve lo volevo ricordare. Fate attraccare Open Arms e accogliamo con un abbraccio tutte le persone a bordo" - ha scritto chef Rubio che è tornato a lanciare un nuovo "Sos".

La Procura apre un'indagine per "favoreggiamento dell'immigrazione clandestina"

"Le condizioni meteo sono deteriorate, con aumento delle onde previsto nelle prossime 24 ore. Le persone a bordo  della Ocean Viking soffrono di mal di mare. Rimanere in mare mentre le persone soffrono non può essere la soluzione. Dovrebbero essere sbarcate al più presto in un luogo sicuro" - ha denunciato, in un tweet, l'Ong Sos Mediteranee - . Sono 356 i migranti bloccati a bordo della nave da soccorso Ocean Viking.

"Donna con possibile tumore al cervello", l'Open Arms chiede l'evacuazione di tre persone

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, però in indietreggia: "Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte mi ha scritto per lo sbarco di alcuni centinaia di migranti a bordo di una nave di una ong che però è straniera e in acque straniere.. gli risponderò garbatamente. Non si capisce perché debbano sbarcare in Italia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento