rotate-mobile
Cronaca Lampedusa e Linosa

Incassata una sola mensilità, netturbini sul piede di guerra: nuovo sciopero

Due gli stipendi arretrati che gli operatori ecologici s'aspettavano. Aldo Mucci della Usb: "Da domani, due giorni di astensione dal lavoro"

Il raggruppamento di imprese Iseda, Seap e Sea ha pagato un solo mese. Due, invece, gli stipendi arretrati che gli operatori ecologici in servizio a Lampedusa s'aspettavano. Da domani - secondo quanto annuncia Aldo Mucci della Usb - sarà, dunque, sciopero. 

Comune pronto a pagare due mensilità, riprende la raccolta dei rifiuti 

I 16 operatori ecologici si asterranno dal lavoro domani e dopodomani e fino alla fine del mese non faranno più alcuno straordinario. "Le aziende hanno pagato solo un mese - ha spiegato il sindacalista Aldo Mucci - . I lavoratori sono stanchi, esasperati e credo che lo sciopero sarà prolungato fino a quando Comune e aziende non concorderanno come fare per sanare tutti gli arretrati".

Netturbini senza stipendio, è sciopero 

Neanche una settimana fa, mentre Lampedusa era invasa dai rifiuti e gli operatori ecologici – per l’ennesima volta – si erano fermati per due giorni, sembrava essere arrivata la svolta. Dopo quello sciopero, per reclamare il pagamento degli stipendi di febbraio, marzo, aprile, maggio e la quattordicesima, era arrivata la promessa circa il pagamento di due mensilità. I netturbini ne hanno incassato soltanto una e dunque lo stato d'agitazione non soltanto non è rientrato, ma si va verso altri due giorni - domani e dopodomani - di sciopero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassata una sola mensilità, netturbini sul piede di guerra: nuovo sciopero

AgrigentoNotizie è in caricamento