menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Migranti giunti a Lampedusa

Migranti giunti a Lampedusa

L'Aurelia non attracca a causa del vento, arrivati però 10 barchini con 360 migranti

Oggi - visto che la nave quarantena "Aurelia" non è riuscita ancora ad attraccare e mancando il traghetto di linea - non è stato possibile effettuare trasferimenti. Ben 1.200 persone circa all'hotspot

Dieci barchini, con un totale di circa 360 persone, sono arrivati oggi a Lampedusa. L'hotspot è al collasso: ospita 1.200 migranti circa quando, in realtà, potrebbe dare accoglienza a sole 192 persone. Oggi - visto che la nave quarantena "Aurelia" non è riuscita ancora ad attraccare e mancando il traghetto di linea - non è stato possibile effettuare trasferimenti. La nave "Aurelia" riproverà domani ad attraccare. 

Ore 20,45. Atri 4 barchini, con un totale di 120 tunisini, sono stati soccorsi o sono riusciti ad arrivare direttamente sulla terraferma di Lampedusa. Salgono a 10, quattro dei quali avvenuti sulla spiaggia della Guitgia, al porto e a Cala Madonna, gli sbarchi registratisi dalla mezzanotte. In totale sono giunte sull'isola 360 persone. L'hotspot di contrada Imbriacola scoppia: sono presenti circa 1.200 extracomunitari. 

Ore 15. Mentre la nave-quarantena "Aurelia" non riesce ad attraccare a causa del vento, i barchini - carichi di migranti - continuano ad arrivare a Lampedusa. Un'imbarcazione con poco meno di 30 profughi è stata avvistata e agganciata, nelle acque antistanti all'isola, dalla motovedetta della Guardia di finanza. Anche questo gruppo è stato portato all'hotspot dove ci sono 1.090 persone. Dalla mezzanotte sono arrivati finora sei natanti con circa 240 extracomunitari.

"Lampedusa sta scoppiando": Musumeci torna a chiedere lo stato d'emergenza

10,30. La nave-quarantena "Aurelia" è arrivata davanti a Lampedusa. Non riesce però, a causa del vento e delle scarse possibilità di manovra, ad attraccare. Per un po' è stata valutata la possibilità di procedere al trasbordo dei 250 migranti, ospiti dell'hotspot, con le motovedette di Capitaneria e Guardia di finanza. Poi, la presa di consapevolezza: non è possibile procedere al trasbordo con le vedette perché sarebbe troppo pericoloso. Al centro di prima accoglienza, dopo 5 sbarchi registratisi durante la notte e fino all'alba con un totale di oltre 210 tunisini, ci sono 1.061 persone a fronte di una capienza massima prevista per 192. E' emergenza, di fatto. Una emergenza che la Prefettura di Agrigento, d'intesa con il dipartimento delle Libertà civili e Immigrazioni del ministero dell'Interno, sta cercando di tamponare. 

Nove sbarchi con oltre 350 tunisini e fughe dall'hotspot: Lampedusa è nel caos

Il trasferimento - sulla nave Aurelia, appunto, - dei 250 migranti non era l'unico previsto per oggi. La Prefettura contava infatti di riuscire a spostare, verso Porto Empedocle, un altro nutrito gruppo di extracomunitari. Ma stamani - dopo quanto è successo ieri a Linosa - non c'è il traghetto di linea. Anche la Prefettura, di fatto, aspetta che il "Sansovino" venga sostituito con un altro mezzo. 

Si stacca e cade in mare il portellone del traghetto, via al trasferimento da Linosa dei 315 passeggeri 

(Aggiornato alle ore 20,55)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento