La nave Ong "Alan Kurdi" con 64 profughi a bordo è in viaggio verso Lampedusa

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, già ieri aveva obiettato: "Nave battente bandiera tedesca, Ong tedesca, armatore tedesco e capitano di Amburgo. È intervenuta in acque libiche e chiede un porto sicuro. Vada ad Amburgo"

La posizione della Alan Kurdi

La nave dell’Ong tedesca Sea Eye, "Alan Kurdi", che ieri mattina ha soccorso 64 persone - fra cui 10 donne e 6 bambini di cui un neonato - al largo delle coste della Libia, è in viaggio verso Lampedusa. Dovrebbe trovarsi a circa 36 miglia dalla più grande delle isole Pelagie. 

Le autorità libiche, una volta che è scattato l'allarme, sarebbero risultate essere irraggiungibili. La Mediterranea Saving Humans, la rete delle associazioni italiane che si alterna nel Mediterraneo, ieri aveva chiesto che Italia o Malta assegnassero loro un porto sicuro di sbarco.

Poco dopo era intervenuto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: "A poche ore dalla sparizione di una imbarcazione che aveva lanciato un Sos inascoltato nel Mediterraneo, che fa temere il peggio, la presenza della nave Sea Eye in quella zona è riuscita a salvare altre vite umane, tante persone fra cui molti bambini. Mi auguro che nessun Salvini di turno, né in Italia né in Europa, pensi di poter fare campagna elettorale sulla pelle di questi esseri umani. Si indichi subito un porto sicuro a questa imbarcazione e a questi naufraghi. Un porto sicuro che non è certamente in Libia e che se non si trovano velocemente alternative potrebbe essere Palermo".

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, aveva subito obiettato: "Nave battente bandiera tedesca, Ong tedesca, armatore tedesco e capitano di Amburgo. È intervenuta in acque libiche e chiede un porto sicuro. Bene, vada ad Amburgo".

"Siamo in stretto contatto - spiega l'organizzazione - con il ministero degli Esteri tedesco e speriamo in una soluzione rapida". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento