Caso "Mare Jonio", Giusi Nicolini: "Circolare Salvini è un'oscenità giuridica"

L'ex sindaco delle Pelagie: "Il porto di Lampedusa è aperto e 49 disperati non faranno alcun danno né all'Italia né tanto meno a Lampedusa che negli anni ha accolto centinaia di migliaia di persone"

L'ex sindaco Giusi Nicolini

"Salvini sta scrivendo una pagina ignominiosa della nostra storia, contribuendo ad abbassare il livello della nostra umanità. La sua circolare è una oscenità giuridica prima ancora che politica". Usa parole forti, con l'Adnkronos, l'ex sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, commentando il nuovo caso della nave Ong "Mare Jonio" e la circolare del Viminale. 

Il ministro Salvini: "Non sbarca nessuno, è favoreggiamento dell'immigrazione clandestina"

"Il porto di Lampedusa è aperto e 49 disperati non faranno alcun danno né all'Italia né tanto meno a Lampedusa che negli anni ha accolto centinaia di migliaia di persone - ha detto Giusi Nicolini - . Si tratta di 49 persone che, senza la Mare Jonio, sarebbero annegate o riportati indietro nell'inferno libico dai gruppi armati della cosiddetta guardia costiera libica".

C'è il divieto di sbarco, chiesta evacuazione medica per una sospetta polmonite 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento