Non sono rimasti all'addiaccio: migranti trasferiti in locali della parrocchia

Stamani un'ottantina dei 120 lasceranno l'isola con il traghetto di linea e dopo l'arrivo a Porto Empedocle verranno trasferiti in una struttura di Ragusa

I migranti su molo Favarolo

I migranti non hanno trascorso la notte sul molo Favarolo. Ieri sera sono stati trasferiti alla "Casa fraternità" che è gestita dal parroco di Lampedusa: don Carmelo La Magra. Un trasferimento che è avvenuto dopo più pressioni fatte dallo stesso sacerdote.

Notti su molo Favarolo, pronti i trasferimenti dei migranti e montata una tenda

Per i 67, soccorsi a 12 miglia dalla costa da Guardia costiera e Guardia di finanza, e per i 9 tunisini sbarcati in maniera autonoma, questa appena trascorsa, sarebbe stata infatti la seconda notte consecutiva trascorsa sul molo. Molo sul quale, nel pomeriggio di ieri, sono andati ad aggiungersi anche i 44 extracomunitari che erano stipati su un gommone soccorso dalle motovedette di Capitaneria e Fiamme gialle.

Stamani, i due gruppi di 67 e 9 lasceranno l'isola con il traghetto di linea. Dopo l'arrivo, previsto per la serata odierna, a Porto Empedocle verranno trasferiti in una struttura di Ragusa. I 44 arrivati nel tardo pomeriggio di ieri dovrebbero invece venir trasferiti, sempre con il traghetto, domattina.   

Notte all'addiaccio per 67 migranti, il mare mosso ferma il trasferimento a Porto Empedocle

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento