rotate-mobile
Cronaca Lampedusa e Linosa

Sbarcano altri 180 migranti: 15 bloccati sulla terraferma e gli altri intercettati al largo

Barcone rischia di affondare, la "Sea Watch3" soccorre 93 extracomunitari. Alarm Phone dopo che ieri aveva lanciato l'Sos per un barchino in difficoltà in zona Sar maltese, stamani su Twitter scrive: "Le 25 persone sono sopravvissute alla  notte ma sono esauste. Non ci sono ancora soccorsi in vista, 18 ore  dopo aver allertato le autorità! Buon Natale?"

Resta alta, anzi altissima, l'attenzione su Lampedusa dove s'è registrato un nuovo sbarco di migranti - dopo due giorni consecutivi di approdi - e dove si sta cercando di alleggerire le presenze nell'hotspot.

Ore 18,36. Sono 135 i migranti che con tre diversi barconi sono giunti a Lampedusa dopo essere stati soccorsi al largo dell'isola. Salgono a 5 gli approdi registratisi nel giro di pochissimo. Il terzo barcone è stato intercettato dalla Guardia costiera a 14 miglia a Sud da Lampione, a bordo c'erano 35 migranti di Somalia, Yemen, Sudan. Poi, a 16 miglia, la Guardia di finanza ha bloccato un barcone di 9 metri con a bordo 47 persone del Bangladesh, Egitto e Siria e infine, sempre una motovedetta delle Fiamme Gialle, ha bloccato 53 migranti, fra cui 2 donne, del Gambia, Nigeria, Camerun, Mali, Somalia ed Eritrea. Tutti sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola.

Ore 17,40. Un gruppo di 15 tunisini, fra cui tre donne, sono stati intercettati a terra, da una pattuglia della Guardia di finanza, in località Casa di Teresa. Secondo quanto riferito alla polizia da alcuni dei 15 migranti, il gruppo è partito da Sfax in Tunisia alle ore 23 di ieri. L'imbarcazione utilizzata per la traversata non è stata ritrovata. Anche loro, dopo un primo triage sanitario, è stato portato all'hotspot di contrada Imbriacola.

Ore 16. Trenta migranti - originari del Bangladesh e della Tunisia - sono sbarcati, dopo essere stati intercettati a 7 miglia dall'isola di Lampione da una motovedetta della Guardia di finanza, a Lampedusa. Fra loro anche una donna e due minori che hanno affrontato il viaggio a bordo di un'imbarcazione di legno di 6 metri. Anche loro sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove gli ospiti sono arrivati ad essere 433 a fronte dei 250 posti disponibili.

Da poco è iniziato il trasferimento dalla struttura di primissima accoglienza alla nave quarantena Atlas, che ha ormeggiato a Cala Pisana, di 270 migranti.

Ore 12,00. La nave SeaWatch3 ha soccorso questa mattina 93 persone che erano su un barcone a rischio affondamento. "Il nostro equipaggio aveva avvistato l'imbarcazione di legno in acque internazionali a sud di Lampedusa. Tutti i naufraghi sono adesso in salvo a bordo della nostra nave" - scrive su Twitter l'organizzazione Sea-Watch - .

Alarm Phone, intanto, dopo che ieri aveva lanciato l'Sos per un barchino in difficoltà in zona Sar maltese, stamani su Twitter scrive: "Le 25 persone sono sopravvissute alla notte ma sono esauste. Non ci sono ancora soccorsi in vista, 18 ore dopo aver allertato le autorità! Buon Natale?".

Nessuno stop agli sbarchi: 5 le "carrette" soccorse con 182 migranti

Intanto, all'hotspot di Lampedusa - dopo due giornate consecutive di sbarchi - sono presenti 433 ospiti a fronte di una capienza massima prevista per 250 persone. Anche per oggi non sono previsti, almeno per il momento, trasferimenti su traghetti di linea o navi quarantena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarcano altri 180 migranti: 15 bloccati sulla terraferma e gli altri intercettati al largo

AgrigentoNotizie è in caricamento