rotate-mobile
Naufragio in acque Sar maltesi / Lampedusa e Linosa

Ipotermia, ingestione di acqua e arresto cardiaco: ecco com'è morto il 20enne giunto al poliambulatorio

Fra gli 8 cadaveri sbarcati a molo Favarolo anche quello di una bambina che dovrebbe avere dai 4 agli 8 anni. I 6 ivoriani ricoverati stanno meglio: nelle prossime ore andranno in hotspot

Aveva dai 18 ai 20 anni il giovane ivoriano che è morto, ieri sera, al poliambulatorio di Lampedusa. "È giunto in ipotermia mascata ed è andato, anche a causa dell'ingestione di acqua, in arresto cardiaco", ha spiegato Francesco D'Arca, il responsabile della struttura sanitaria di via Grecale.

Naufragio in acque Sar Maltesi: migrante muore al poliambulatorio e salgono a 9 le vittime, 6 i ricoverati e 15 i dispersi

I sei ricoverati, tutti giovani ivoriani, stanno meglio. "Le loro condizioni sono migliorate, stanno tutti bene. Non sarà necessario trasferirli negli ospedali di Palermo o Agrigento, nelle prossime ore verranno dimessi". Anche loro come gli altri 16 superstiti raggiungeranno l'hotspot di contrada Imbriacola. I 6 ivoriani, al momento ancora ricoverati, sotto tutti sotto choc. Ai medici hanno soltanto continuato a ripetere che la barca è colata a picco, senza aggiungere nessun dettaglio, né riferire se viaggiavano con familiari o amici.

Nove le vittime della nuova tragedia: 8 salme, fra cui il cadavere di una bimba tra i 4 agli 8 anni, sono state sbarcate al molo Favarolo; il nono è morto invece al poliambulatorio. Le motovedette, per tutta la notte, si sono occupate delle ricerche dei dispersi. Ma il mare molto mosso, con onde alte fino a 2,50 metri, ha reso complicate le operazioni di soccorso e ricerche a 30 miglia a Sud-Est da Lampedusa. Anche un aereo della guardia costiera italiana è stato impiegato, su richiesta dell'autorità coordinatrice maltese, per sorvolare l'area del naufragio alla ricerca dei dispersi.

Secondo quanto raccontato dai naufraghi, all'appello mancherebbero 15 persone, fra cui 3 minori. Erano 46 i migranti - originari di Guinea, Burkina Faso, Mali e Costa d'Avorio - che domenica sera, alle ore 20, sono partite da Sfax in Tunisia. Il barchino utilizzato per la traversata, a causa del mare in tempesta, si è capovolto ed è colato a picco.

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ipotermia, ingestione di acqua e arresto cardiaco: ecco com'è morto il 20enne giunto al poliambulatorio

AgrigentoNotizie è in caricamento