Venerdì, 12 Luglio 2024
Il fenomeno / Lampedusa e Linosa

Sbarcano a Porto Empedocle quattro feretri di migranti ripescati dopo più tragedie: verranno seppelliti a Montevago e Siculiana

Dieci, con complessive 352 persone, gli approdi di oggi. Undici tunisini hanno raccontato di essersi autofinanziati per comprare la barchetta di 5 metri e le taniche di carburante

Ore 20,20. Ancora sbarchi a Lampedusa dove sono giunti altri 135 migranti con 4 diversi barchini soccorsi dalla motovedetta Cp327 della Guardia costiera. Salgono a 10, con complessive 352 persone, gli approdi di oggi. Sugli ultimi natanti bloccati c'erano gruppi di 50 (12 donne e 6 minori), 40 (6 donne e 1 minore), 31 (8 donne e 2 minori) e 32 (8 donne) di sedicenti gambiani, ivoriani, ghanesi e malesi. Tutti hanno dichiarato di essere partiti da Sfax, in Tunisia e di aver pagato da mille a 2mila dinari tunisini.

Ore 19,40. Altri 115 migranti, con tre diversi barchini, sono sbarcati, dopo essere stati soccorsi dalla Guardia di finanza, a Lampedusa. Salgono a 6, con un totale di 217, persone, gli sbarchi di oggi. Nelle ultime tre imbarcazioni c'erano 52 (1 donna e 3 minori), 11 e 52 (4 donne e 4 minori) persone originarie di Marocco, Siria, Egitto, Palestina, Tunisia, Eritrea, Pakistan, Yemen, Somalia. I due gruppi più grossi di migranti hanno riferito di essere salpati da Sabratha e Zawia in Libia e di aver pagato da 4mila a 5mila dollari Usa. Gli 11 tunisini invece d'essersi autofinanziati, spendendo complessivamente 25 mila dinari tunisini per comprare la barchetta di 5 metri e i 7 bidoni da 20 litri ciascuno di carburante, e d'essere partiti da Madhia.  

Ore 19. Quattro delle sei bare che erano sistemate nella camera mortuaria del cimitero di Cala Pisana di Lampedusa sono state trasferite con il traghetto di linea e sbarcate a Porto Empedocle. Due verranno trasferite a Montevato, altrettante al camposanto di Siculiana dove verranno tumulate. A dare disponibilità all'accoglienza dei feretri sono stati i sindaci Margherita La Rocca Ruvolo e Peppe Zambito. Al cimitero di Lampedusa restano adesso 5 bare che verranno trasferite soltanto dopo che a Lampedusa arriveranno le autorizzazioni di Procura e Prefettura di Agrigento.

Ore 15,30. Dopo il trasferimento di 90 migranti, con il pattugliatore della Guardia di finanza che è giunto a Pozzallo, e dei 159 con il traghetto di linea che arriverà in serata a Porto Empedocle, sono decollati gli aerei militari, con a bordo rispettivamente 90 persone, con destinazione Sigonella e Trapani Birgi e fra poco anche quello, sempre con 90 persone  bordo,con destinazione Cagliari. Su disposizione della Prefettura di Agrigento, si sta cercando di fare in fretta, temendo nuovi e massicci approdi, ad alleggerire l'hotspot di Lampedusa. Per la serata, con il traghetto di linea Novelli che giungerà all'alba di domani a Porto Empedocle  è stato disposto lo spostamento di 410 persone e poi altri 300 con la nave Peluso della Capitaneria che sbarcheranno domani a Messina. I 410 che verranno sbarcati domani a Porto Empedocle raggiungeranno poi in 235 la Lombardia, 85 il Veneto, 40 il Cas di Agrigento e per quanto riguarda i minori non accompagnati verranno sistemati fra Agrigento e Palermo. Alle ore 13, all'hotspot di Lampedusa - che arrivato nei giorni scorsi a superare anche le 3mila presenze - c'erano 2.216 ospiti. 

Ore 8. Centodue migranti, su tre diverse imbarcazioni, sono stati soccorsi durante la notte dalle motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza nelle acque antistanti a Lampedusa. Ieri, sull'isola, c'erano stati 20 sbarchi con un totale di 1.078 persone. 

Sugli ultimi tre barchini c'erano rispettivamente 28, 37 (10 donne e 2 minori) e 37 persone originarie di Guinea, Burkina Faso, Camerun, Mali, Sudan, Tunisia, Marocco e Siria. Tutti hanno riferito di essersi imbarcati a Sfax in Tunisia. 

Soccorsi delle Ong, a Nadir assegnato il porto di Lampedusa

Il veliero Nadir della ong Resqship, ieri, ha salvato 41 persone che si trovavano su un'imbarcazione instabile in area Sar maltese. Le autorità italiane hanno assegnato il porto di Lampedusa. Tra i migranti recuperati anche una donna incinta e un bambino di 4 anni. "La situazione nel Mediterraneo è drammatica. In poche ore il nostro equipaggio è stato informato di numerose emergenze in mare", spiega la ong. I 41 migranti, fra cui 7 donne e il bambino di 4 anni, salvati ieri dalla nave Nadir della ong Resqship e sbarcati a Lampedusa, hanno riferito d'essere salpati alle ore 6 di martedì 25 aprile da Sfax e d'aver pagato dai 2mila ai 4mila dinari tunisini per il viaggio su un barchino di metallo di 7 metri. I 41 hanno dichiarato di essere originari di Benin, Burkina Faso, Ghana, Guinea, Liberia, Mali, Nigeria e Sud Sudan. 

Soccorrono un barchino carico di migranti e trovano in mare due cadaveri: sono vittime dei naufragi di lunedì

I trasferimenti per alleggerire l'hotspot

Novanta, dei 2.705 ospiti dell'hotspot di Lampedusa, sono stati imbarcati sul pattugliatore della Guardia di finanza che è in viaggio verso Pozzallo dove giungerà fra 6 ore e mezza. In mattinata, secondo quanto disposto dalla Prefettura di Agrigento, d'intesa con il Viminale, verranno trasferiti altri 250 migranti con la nave di linea che giungerà in serata a Porto Empedocle. Con tre diversi aerei militari, durante la giornata, verranno spostati 3 gruppi di persone, rispettivamente da 90, agli aeroporti di Trapani Birgi, Sigonella e Cagliari. Ieri sera, con il traghetto di linea arrivato all'alba a Porto Empedocle, erano stati trasferiti 389 migranti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarcano a Porto Empedocle quattro feretri di migranti ripescati dopo più tragedie: verranno seppelliti a Montevago e Siculiana
AgrigentoNotizie è in caricamento