Sbarchi senza soste, giornata di assalto a Lampedusa: approdano altri 22 barchini con 391 migranti

Ieri, in serata, sono arrivate altre 15 imbarcazioni con 433 stranieri a bordo: l'hotspot torna a riempirsi: al via i trasferimenti

Uno degli ultimi sbarchi della giornata

Altri quattordici barchini per un totale di 263 tunisini a bordo sono arrivati a Lampedusa da mezzanotte fino a poco fa. Dopo la raffica di sbarchi di ieri - 15 imbarcazioni con complessivi 433 migranti -, avvistamenti, abbordaggi e sbarchi sono proseguiti per tutta la notte.

A bloccare i natanti - che avevano a bordo da un minimo di 11 ad un massimo di 81 persone - sono state le motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza. I carabinieri hanno invece intercettato e fermato i migranti di due sbarchi con 11 e 13 persone avvenuti direttamente al molo commerciale.

Fra i nuovi arrivati, complessivamente, ci sono anche 6 donne e 4 minori. Tutti sono stati trasferiti nell'hotspot di contrada Imbriacola. 

In mattinata tre barchini - con a bordo complessivamente 44 tunisini - sono stati avvistati e bloccati nelle acque antistanti a Lampedusa, dalle motovedette della Guardia di finanza. Nella prima imbarcazione c'erano 17 persone, fra cui 2 donne; nella seconda erano in 13, fra cui una donna e nell'ultima c'erano 14 uomini. A partire da ieri, sono - al momento - sbarcati 709 migranti.

Nel pomeriggio un barchino - ed è il quindicesimo dalla mezzanotte - con a bordo 19 tunisini è stato intercettato e bloccato a davanti la costa di Lampedusa. Salgono a complessivi 728 i migranti sbarcati sull'isola nell'arco di circa 30 ore. Anche i nuovi arrivati verranno portati all'hotspot dove verranno sottoposti a tampone anti-Covid. A partire da stanotte è prevista una nuova ondata di maltempo, con forti raffiche di vento sul canale di Sicilia. I pattugliamenti delle motovedette continuano ad andare avanti senza sosta. 

In serata altri 5 barchini, con circa 70 persone a bordo complessivamente, sono stati avvistati e agganciati dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza nelle acque antistanti a Lampedusa. Salgono a 20 gli sbarchi, a partire dalla scorsa mezzanotte, per un totale di 353 tunisini. Ieri, con 15 barchini, erano arrivati invece in 433. 

Due barchini, con 8 e 30 tunisini, sono stati avvistati e bloccati, in tardissima serata, dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza davanti l'isola di Lampedusa. Anche i due gruppi sono stati portati all'hotspot dove ci sono, al momento, 318 persone, nonostante in 544 siano già stati trasferiti sulle navi quarantena Snav Adriatico ed Allegra. Le motovedette continuano a pattugliare le acque territoriali italiane anche perché è stata diramata - dalla Protezione civile regionale - l'allerta gialla.

Sono 308 i migranti, sbarcati nelle ultime ore a Lampedusa, che sono stati imbarcati sulla nave quarantena Snav Adriatico. Otto sono risultati positivi al Coronavirus e sono stati pertanto imbarcati nell'apposita area Covid, mentre tutti gli altri sono andati nelle cabine. A Cala Pisana, da dove la Snav Adriatico ha già mollato gli ormeggi, è attraccata la nave quarantena Allegra dove sono stati già caricati 136 migranti. Si stanno però facendo altri tamponi e non appena arriveranno gli esiti si procederà ad ulteriori imbarchi. Saranno complessivamente 236 i tunisini sulla "Allegra".

Nell'hotspot di contrada Imbriacola dovrebbero, al momento, rimanere - alla fine di queste operazioni di trasferimento su navi quarantena - 184 persone. Anche domani si continuerà ad effettuare i tamponi rinofaringei agli ospiti della struttura di primissima accoglienza.

Ma gli approdi non riguardano solo Lampedusa. Un barchino, con a bordo sei tunisini, fra i quali una donna, è riuscito ad arrivare fino a Sciacca. L''imbarcazione è stata avvistata davanti la costa della località Sitas, in contrada Sovareto, e subito è stata bloccata da una motovedetta della Guardia costiera. 

(Aggiornato alle 22,49)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento