menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gasolio arrivato fin sull'arenile di Lampedusa

Il gasolio arrivato fin sull'arenile di Lampedusa

Si capovolge barca di migranti, Porto Vecchio invaso dal gasolio

Le mareggiate, già nei giorni scorsi, avevano fatto affondare diverse "carrette del mare". Nelle ultime ore, l'emergenza ambientale

Porto Vecchio è invaso dal gasolio. Le mareggiate, già nei giorni scorsi, avevano fatto affondare diverse "carrette del mare": quelle utilizzate dai migranti per le traversate, quelle rimaste sotto sequestro fra molo Favarolo e l'area del porto. Nelle ultime ore, però, s'è registrata l'emergenza: un'imbarcazione - ancorata a molo Favarolo - sempre a causa delle forti correnti marine s'è ribaltata e c'è stato un grosso sversamento di carburante. 

Barche dei migranti abbandonate e affondate dal maltempo: è emergenza

Grave l'inquinamento ambientale che si sta registrando in queste ore. Il gasolio ha "invaso" Porto Vecchio. Tanti lampedusani stanno documentando, con foto e video, la presenza della gigantesca chiazza di gasolio.

Legambiente presenta esposto alla Procura 

inquinamento lampedusa3-2 

La Guardia costiera si sta adoperando per cercare di fronteggiare lo sversamento e dunque l'emergenza inquinamento. A quanto pare, stando a quanto viene raccontato sull'isola, la barca che s'è capovolta nelle ultime ore era all'ancora, a molo Favarolo, da circa 5 anni. Nell'area del porto pare che vi siano altre due imbarcazioni e per queste viene, adesso, lanciato un grido d'allarme. Un appello affinché vengano rimosse il prima possibile e si eviti il ripetersi dei gravi danni ambientali.

inquinamento lampedusa-2   

Da anni chiedo di potere smaltire quel relitto e mi viene negato di farlo, la procura lo ha affidato all’Agenzia delle dogane che non ha provveduto. Adesso è successo il disastro”, accusa il sindaco Totò Martello che aggiunge: “Quell’imbarcazione si trovava là dal 2012 e in tutto questo tempo non è stata neppure svuotata del carburante, nonostante il Comune si fosse detto disponibile al totale smaltimento. Ci sono altre due imbarcazioni in queste condizioni mentre tutte le altre sono già affondate a causa delle mareggiate. La situazione - aggiunge Martello - non è più sostenibile. Adesso passeremo alle denunce”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento