Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Lampedusa e Linosa

Lampedusa, raddoppia il numero dei visitatori a Isola dei Conigli: scontro Comune-Legambiente

Il primo cittadino ieri annunciava il raggiungimento del risultato, ma il gestore replica: "Notizie fuorvianti"

Gli accessi alla spiaggia dell’Isola dei Conigli, a Lampedusa, presto raddoppieranno. Il risultato è stato raggiunto al termine di una riunione che si è tenuta alla presidenza della Regione siciliana che ha visto la partecipazione dell’assessore regionale al Territorio ed Ambiente Toto Cordaro, del sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello, del direttore della Riserva Naturale “Isola di Lampedusa” Angelo Dimarca, del direttore generale dell’assessorato al Territorio e Ambiente Giuseppe Battaglia ed il responsabile dell’Autorità di Bacino del distretto idrogeografico Sicilia Francesco Greco.

Nel corso della riunione, si è discusso del recente provvedimento che ha contingentato gli accessi per tutelare il sito ma anche per limitare i rischi di contagio a sole 340 persone la mattina e 340 il pomeriggio.

“Dopo un approfondito confronto tra tutte le parti presenti alla riunione – dice Martello – è stato deciso che il numero di visitatori che ogni giorno potranno accedere alla spiaggia sarà raddoppiato: passerà dunque a 680 persone la mattina e 680 nel pomeriggio. Sono soddisfatto per questo risultato, che coniuga le esigenze di sicurezza con la vocazione turistica della nostra isola, nel rispetto dell'ambiente. In questo modo circa 1.400 persone al giorno potranno avere accesso alla spiaggia dell’Isola dei Conigli, conosciuta come ‘una delle spiagge più belle del mondo’. Ringrazio l’assessore Cordaro – aggiunge Martello – per l’attenzione che ha dimostrato rispetto a questa vicenda e per aver convocato in tempi rapidi la riunione”.

Giovedì prossimo, si terrà una nuova riunione per sottoscrivere l’intesa e vagliare le nuove misure.

La replica di Legambiente

Dopo le notizie stampa di oggi e di fronte alle centinaia di richieste di chiarimento da parte dei turisti, sono necessarie delle puntualizzazioni da parte del Direttore della Riserva Naturale Isola di Lampedusa Angelo Dimarca, senza aggiungere nulla sul piano del merito per rispetto del ruolo istituzionale della Regione che in queste ore sta effettuando delle necessarie e responsabili valutazioni su aspetti estremamente delicati e strategici.

1 – La riunione di ieri alla Regione è andata bene ed è stata confermata la correttezza e la legittimità dell’operato dell’Ente Gestore Legambiente che opera su delega di pubbliche funzioni da parte del Dipartimento Regionale Ambiente.

2 – L’aumento dell’offerta di posti disponibili sulla spiaggia è da sempre obiettivo dell’Ente Gestore che ha già attuato autonomamente un primo incremento da 300 a 340 posti a turno (pari a 680 accessi al giorno) sulla base però di criteri tecnici di sostenibilità e rispetto delle regole e non su meri calcoli opportunistici chiesti dal Sindaco, le cui dichiarazioni non trovano riscontro in necessari atti dell’Assessorato Regionale Territorio Ambiente, che ricordiamo è il solo proprietario tanto della spiaggia dei Conigli quanto di tutte le aree circostanti ricadenti dentro la Riserva Naturale.

3 - L’aumento di cui si parla in queste ore è subordinato alla possibilità di fruire dell’ulteriore metà di spiaggia in atto interdetta all’accesso dal Dipartimento Regionale Ambiente e previa intesa con l’Autorità Marittima.

4 – Tale prospettiva non riguarderà solo la Spiaggia dei Conigli ma tutte le zone demaniali marittime interessate dalle previsioni dei Piani di Assetto Idrogeologico ricadenti in aree naturali protette come Zingaro, Torre  Salsa, Capo Gallo, Monte Cofano, ecc.

5 – Il sistema di prenotazione verrà gestito dalla Regione, creando così i presupposti per esportare questa buona pratica avviata alla spiaggia dei Conigli di Lampedusa nel resto delle spiagge vulnerabili dal punto di vista ambientale ricadenti nelle aree protette regionali.

Legambiente e la Riserva Naturale intendono ringraziare pubblicamente le centinaia di turisti e amanti veri della Spiaggia dei Conigli che dal 10 al 18 luglio hanno contribuito ad avviare questo sistema di accesso a posti limitati e per primi rispettato ed approvato le nuove regole, cosi’ trasformando una banale attività di balneazione ancorchè in un bel posto,  in un’esperienza emozionante, gratificante, responsabile a contatto con la Natura e salvando la spiaggia dei Conigli dal degrado a cui stava andando incontro per un turismo di massa banale e distruttivo.  Le loro testimonianze rimangono indelebili e nulla sarà più come prima.

(aggiornato alle 12.18)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampedusa, raddoppia il numero dei visitatori a Isola dei Conigli: scontro Comune-Legambiente

AgrigentoNotizie è in caricamento