Incendiati 30 ombrelloni sulla spiaggia della Guitgia: aperta un'inchiesta

Le attrezzature erano state tutte accatastate in un punto dell'arenile: pochi dubbi sulla matrice dolosa. I carabinieri hanno già sentito l'imprenditore cinquantenne

Una veduta della spiaggia della Guitgia

Una trentina di ombrelloni, di quelli utilizzati sulla spiaggia della Guitgia, sono stati dati alle fiamme. E’ accaduto durante la notte e, non appena è scattato l’allarme, sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale di Lampedusa. Sull’arenile della Guigtia anche i carabinieri della stazione isolana. Gli ombrelloni, a quanto pare, risultavano essere tutti accatastati in un angolo della spiaggia. Così come si è sempre fatto, e non soltanto alla Guitgia ma in tutte le Cale attrezzate di Lampedusa, prima del tramonto, lettini e ombrelloni vengono rimossi dalla spiaggia e sistemati a distanza, laddove il mare non può arrivare. All’improvviso, però, durante la notte, è divampato l’incendio che ha danneggiato, se non completamente divorato, una trentina di ombrelloni.

A mobilitarsi per spegnere le fiamme sono stati appunto i pompieri. I carabinieri, subito dopo che i vigili del fuoco avevano avuto la meglio sull’incendio, si sono occupati del sopralluogo per cercare di stabilire la natura dell’incendio. Le cause, ieri, al comando provinciale dell’Arma di Agrigento, risultavano essere ancora in corso d’accertamento. In maniera inevitabile però, la causa privilegiata era quella dolosa. I carabinieri della stazione di Lampedusa hanno, praticamente immediatamente, identificato e sentito il proprietario di quegli ombrelloni: un imprenditore cinquantenne. Fitto è il riserbo sulle dichiarazioni che sono state acquisite dai militari dell’Arma, così come sulle ipotesi investigative che, verosimilmente, sono state già messe sul campo e che vengono scandagliate per essere suffragate.

Un episodio del genere – un incendio di ombrelloni o di altre attrezzature balneari – non si era mai verificato, non nel corso della storia della cronaca recente, a Lampedusa. Servirà, e i carabinieri sono appunto già al lavoro, fare chiarezza e stabilire per prima cosa la natura delle fiamme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento