Cronaca Lampedusa e Linosa

Incendiati i barconi, il procuratore aggiunto: "Lampedusa non può diventare luogo di guerriglia urbana"

Salvatore Vella: "Metteremo tutto l'impegno possibile per fare luce su questi episodi di intolleranza che non rendono giustizia alla solarità degli isolani e che possono danneggiare seriamente il turismo"

"Metteremo tutto l'impegno possibile per fare luce su questi episodi di intolleranza che non rendono giustizia alla solarità del popolo di Lampedusa e che possono danneggiare seriamente il turismo, fonte di ricchezza dell'isola. Lampedusa non può diventare un luogo di guerriglia urbana". Lo ha dichiarato il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella.

Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

La Procura della Repubblica di Agrigento ha subito aperto un'inchiesta sul doppio incendio che sta inghiottendo tutti i barconi lasciati abbandonati e, in certi punti, accatastati. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri.

Troppo presto per stabilire se fra i diversi inquientanti episodi - registratisi a Lampedusa negli ultimi tempi - vi sia o meno un collegamento. Spetterà, naturalmente, ad investigatori e inquirenti farlo.   

"Anche questa è una offesa a Lampedusa. Continua l'opera, c'è un disegno preciso, per destabilizzare l'immagine e la tranquillità di questa isola" - ha detto il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello che sta seguendo le operazioni di spegnimento dei due grossi incendi appiccati ai barconi dei migranti - .

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiati i barconi, il procuratore aggiunto: "Lampedusa non può diventare luogo di guerriglia urbana"

AgrigentoNotizie è in caricamento