menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incendio nell'area attigua al campo sportivo

L'incendio nell'area attigua al campo sportivo

Incendiati i barconi, il sindaco: "Disegno preciso per destabilizzare Lampedusa"

Martello: "Si tratta di persone che non improvvisano ma che sanno come muoversi. Non so di chi si tratta, altrimenti li avrei già denunciati. Di sicuro dobbiamo mantenere alta la guardia. Lo Stato deve riaffermare la sua presenza sull'isola"

"C'è un disegno preciso per alimentare un clima di tensione e soffiare sul fuoco di una situazione già difficile per la nostra isola". Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, commenta così i due incendi dolosi che sono stati appiccati in nottata nelle aree dove vengono stoccati i vecchi barconi utilizzati dai migranti per le loro traversate e che stanno mettendo a dura prova le squadre dei vigili del fuoco presenti sull'isola.

Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

Il sindaco ricorda anche l'altro episodio avvenuto appena tre giorni fa, quando alcuni sconosciuti hanno "imballato" con sacchi di plastica e nastro adesivo la Porta d'Europa, il monumento dell'artista Mimmo Paladino inaugurato il 28 giugno 2008 per celebrare lo spirito d'accoglienza dell'isola nei confronti dei migranti. "C'è una strategia precisa - sottolinea - per destabilizzare Lampedusa. Si tratta di persone che non improvvisano ma che sanno come muoversi. Non so di chi si tratta, altrimenti li avrei già denunciati. Di sicuro dobbiamo mantenere alta la guardia. Lo Stato deve riaffermare la sua presenza sull'isola e lo deve fare anche attraverso azioni concrete". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento