rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022

Hotspot svuotato e perlustrazioni in mare aperto dei carabinieri: militari pronti a salvare

Avvistamenti e immediati interventi andranno avanti anche nelle prossime settimane, per provare - concretamente - a scongiurare nuove tragedie 

Mentre il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, teme la riaperta della rotta libica e dunque un'estate con numeri allarmanti e la Prefettura di Agrigento, senza alcuna sosta, ha continuato i trasferimenti dei migranti presenti all'hotspot tanto da svuotarlo quasi completamente, i carabinieri - con la motovedetta - hanno effettuato, nella giornata di ieri, ore ed ore di perlustrazione delle acque antistanti a Lampedusa e a Linosa.

Sarà una nuova estate "calda" sul fronte degli sbarchi? Martello: "Serve strategia per garantire il movimento"

Il vento, che faceva leggermente increspare il mare, ha scoraggiato nuove "traversate della speranza". Ma i militari dell'Arma - presente anche il capitano Marco La Rovere, comandante della compagnia di Agrigento, - senza tregua si sono occupati dei servizi di perlustrazione. Servizi che, molto spesso, si traducono in interventi di soccorso o in veri e propri salvataggi di disperati che provano, su "carrette del mare", a raggiungere quello che, per loro, è l'Eldorado. E così si andrà avanti anche nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, con la speranza - sempre presente - che avvistamenti e immediati interventi possano scongiurare nuove tragedie. 

I controlli anti-immigrazione dell'Arma

Video popolari

Hotspot svuotato e perlustrazioni in mare aperto dei carabinieri: militari pronti a salvare

AgrigentoNotizie è in caricamento