rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Passaggio di consegne / Lampedusa e Linosa

Vecchia gestione hotspot gravemente carente, il prefetto: "Se ne occuperà la Croce Rossa"

Romano: "Il contratto con la coop è stato interrotto da parte nostra per loro inadempimento, adesso sarà un incarico istituzionale"

"La Croce Rossa ha trovato non poche difficoltà perché la precedente gestione era assai carente, tanto è vero che il contratto è stato interrotto per inadempimento da parte della Prefettura. La Croce Rossa farà tutto il possibile per garantire livelli ben diversi".

Lo ha detto il prefetto di Agrigento, Filippo Romano, in merito al passaggio di gestione della struttura di primissima accoglienza di Lampedusa dalla coop Badia Grande alla Cri.

"La Croce Rossa non è intestataria di un contratto, ma è incaricata per legge. Con l'ultima decretazione c'è una norma di legge che da questo compito istituzionale alla Croce Rossa che poi può gestire direttamente o avvalersi in parte di eventuali gestori esterni di servizi - ha spiegato il prefetto Romano -.
Noi ci siamo ed aiuteremo la Croce Rossa per tutta la parte esterna, stiamo valutando di affidare il servizio necroforico, quello per il trasporto dei rifiuti da Lampedusa, per non gravare sul Comune. Il nostro obiettivo è quello di fare in modo di togliere il peso dell'hotspot sul Comune di Lampedusa, sia perché è giusto, sia perché è più efficiente perché il Municipio non ha i soldi che abbiamo sempre ridato, ma non ha gli strumenti: né il numero, né la professionalità per poter
occuparsi della struttura d'accoglienza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vecchia gestione hotspot gravemente carente, il prefetto: "Se ne occuperà la Croce Rossa"

AgrigentoNotizie è in caricamento