"Ruba portafogli e smartphone a due turisti", rintracciato e denunciato: è un tunisino

Si tratta del secondo episodio di microcriminalità nel giro di pochi giorni. Anche in questo caso, non è stato possibile fare scattare l'arresto perché era già trascorsa la flagranza di reato

Un tratto della via Roma di Lampedusa

E' il secondo caso nel giro di due o tre giorni. Questa volta in via Roma, luogo della movida di Lampedusa. Ad essere acciuffato e denunciato è stato un tunisino - un altro - ospite dell'hotspot di contrada Imbriacola. Il diciottenne, sbarcato sull'isola con uno dei tanti barchini che arrivano in autonomia, è accusato di aver derubato due turisti: un padovano e un palermitano.

Turista scippata del cellulare, rintracciato e denunciato l'autore: è un tunisino

L'immigrato - stando all'accusa formalizzata dai carabinieri che hanno proceduto al rintraccio e a formalizzare la denuncia in Procura - avrebbe usato, in entrambi i casi, questa tecnica: si sarebbe avvicinato, con nonchalance, ai locali pubblici e approfittando della confusione e dei momenti di distrazione ha sottratto - al turista padovano - il portafogli con all'interno 200 euro. Poi si è avvicinato ad altro locale pubblico ed ha arraffato lo smartphone di un turista palermitano. Naturalmente s'è subito dileguato. Entrambi i turisti, nonostante la rabbia, hanno immediatamente chiamato in caserma e le due pattuglie che erano già per strada, per dei controlli, si sono subito mobilitate. 

I carabinieri hanno raggiunto le vittime dei furti e le hanno ascoltate. Sentiti anche alcuni testimoni. E' stato realizzato dunque un identikit e sono scattate le ricerche. Mentre una pattuglia cercava in giro l'immigrato, l'altra pattuglia s'era posizionata davanti l'hotspot di contrada Imbriacola dove, durante la notte, è rientrato il giovane immigrato. Corrispondendo all'identikit è scattata la perquisizione e subito i militari dell'Arma hanno ritrovato sia le 200 euro che lo smartphone. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche questo immigrato, così come era già accaduto nei scorsi giorni, è stato denunciato alla Procura di Agrigento. Non è stato possibile fare scattare l'arresto perché - è stato rintracciato dopo circa 3 ore dagli episodi delinquenziali - era già trascorsa la flagranza di reato. La refurtiva è stata, naturalmente, subito restituita ai due turisti.  Tante fino ad ora sono state le proteste degli isolani che chiedono che i tunisini vengano trasferiti subito dall'hotspot.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Frana il costone di Maddalusa, solo paura per i bagnanti: nessun ferito

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento