rotate-mobile
Cronaca Lampedusa e Linosa

Fabbricato abusivo sanato, dopo 15 anni la Regione ingiunge sanzione: il Tar annulla per prescrizione

Il proprietario dell'immobile non dovrà pagare nessuna indennità per danno causato all’ambiente

Gli era stato ingiunto il pagamento di un’indennità per il danno causato all’ambiente con la realizzazione del fabbricato abusivo per il quale aveva però ottenuto concessione edilizia in sanatoria. Il lampedusano I. T. ha contestato l'intervenuta decorrenza della prescrizione ed ha portato l'assessorato regionale dinanzi al Tar Sicilia che, condividendo le censure sollevate in giudizio dall'avvocato Girolamo Rubino, ha accertato la prescrizione. Il provvedimento sanzionatorio è stato dunque annullato. Il proprietario del fabbricato non dovrà dunque pagare nessuna indennità. 

I. T., proprietario del fabbricato, nel 2002, aveva ottenuto il rilascio, da parte del Comune di Lampedusa e Linosa, della concessione edilizia in sanatoria per l'opera abusiva realizzata nel 1993, in conformità al parere reso dalla Soprintendenza di Agrigento. E' nel 2017, ossia dopo oltre 15 anni dal rilascio del titolo autorizzatorio, che il lampedusano ha visto recapitarsi l'ingiunzione a pagare - da parte dell’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana - dell’indennità per il danno causato all’ambiente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabbricato abusivo sanato, dopo 15 anni la Regione ingiunge sanzione: il Tar annulla per prescrizione

AgrigentoNotizie è in caricamento