Maxi giro di droga con pilota di aereo fra i clienti, in 14 dal gup

Iniziata l'udienza preliminare scaturita dall'operazione "Carthago", gli imputati avrebbero smerciato hashish

Gli ultimi avvisi di fissazione del procedimento sono stati notificati agli imputati soltanto nel fine settimana: slitta al primo aprile l’udienza preliminare, prevista per ieri mattina davanti al giudice Luisa Turco, a carico di quattordici person accusate di avere fatto parte di un basto giro di droga a Lampedusa.

Le rete di pusher, sostiene l’accusa, avrebbe rifornito decine di clienti di Lampedusa. L’operazione è stata soprannominata “Carthago”. Fra gli acquirenti ci sarebbe stato anche un pilota di aereo che fumava hashish prima di mettersi alla guida del mezzo che trasporta quasi 200 persone sui cieli. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio di quattordici persone ed è stata fissata l'udienza preliminare. Il provvedimento è stato firmato dal pubblico ministero Antonella Pandolfi e dal procuratore aggiunto Salvatore Vella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli imputati sono: Giambattista D'Amore, detto Marco, 31 anni; Giacomo Greco, 55 anni; Francesco Costanza, 28 anni; Antonino Colapinto, 30 anni; Veronica Elia, 34 anni; Federico Sparma, 39 anni; Pasquale Pucillo, 32 anni; Francesco Colapinto, 35 anni; Ignazio Fazio, 41 anni; Domenico De Battista, 26 anni; Pietro Capraro, 29 anni; Nicola Costa, 34 anni, Salvatore Taranto, 29 anni e Davide Garito, 39 anni. L'udienza preliminare per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio, sempre se la difesa non chiederà riti alternativi come l'abbreviato o il patteggiamento, è in programma il 14 gennaio davanti al giudice Luisa Turco. Gli imputati hanno nominato come difensori, fra gli altri, gli avvocati Valentina D'Azzò, Maurizio Cassaro, Calogero Meli, Basilio Vella, Silvio Miceli e Gaetano Gucciardo. I fatti contestati risalgono al periodo compreso fra il luglio e l'ottobre del 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Cosa fare se si è entrati in contatto con una persona positiva al coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento