Venerdì, 12 Luglio 2024
Retroscena dell'inchiesta "Levante" / Lampedusa e Linosa

L'arresto di Blandina stoppa lo smercio di cocaina, le intercettazioni: "Quello se n'è andato .. è morto, non ho dove prenderlo"

E' il 31 luglio scorso quando viene registrata una conversazione che per carabinieri e Procura ha un “assoluto spessore investigativo”

“E quello non se n’è andato? … non è morto quella volta? Ma io non ho dove prenderlo hai capito? Quella volta l’ho sceso .. ci sono … pelo,  pelo ci sono arrivati”. Sono le 19,37 del 31 luglio scorso quando viene registrata questa intercettazione. A parlare – e per la Procura ha un “assoluto spessore investigativo” – è Dario Giardina che così risponde quando, in maniera criptica, gli viene chiesta “una tuta per andare sott’acqua”. Per carabinieri e pm, la “tuta per andare sott’acqua” è la cocaina rinvenuta in mare. Il rivenditore dove l’hanno presa la volta precedente “se n’è andato .. è morto”. L’arresto del sessantenne Ignazio Umberto Blandina - fatto il precedente 8 luglio dai carabinieri del maggiore Marco La Rovere che lo hanno trovato in possesso di quasi 25 chili di cocaina - ha scombussolato, secondo la tesi dell’accusa, gli affari e lo smercio. Emerge anche questo dalle pagine iniziali del provvedimento di fermo di indiziato di delitto, firmato dal procuratore reggente Salvatore Vella e dal sostituto Giulia Sbocchia, a carico di 11 persone, indiziate, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Fermi che sono stati eseguiti ieri – è stata l’operazione antidroga “Levante” – dai militari dell’Arma del nucleo Investigativo e della sezione Operativa della compagnia di Agrigento. 

Spaccio di cocaina fra Lampedusa, Favara e Catania: scatta il blitz "Levante", 11 fermi

L'operazione antidroga "Levante", ecco chi sono gli 11 fermati e di cosa sono accusati

Operazione antidroga "Levante", le immagini dell'arrivo dei fermati a Porto Empedocle

L’arresto di Blandina non soltanto ha permesso di sviluppare, e anche rapidamente visto la sua collaborazione, quanto era stato già subodorato e scoperto dai carabinieri, ma ha messo, appunto, in difficoltà le cessioni di roba.

"Spacciava cocaina nonostante fosse ai domiciliari": sequestrati 24 chili di roba, arrestato lampedusano

Furono 150 i chili di cocaina ripescati in mare, troppa per rivenderla nella sola Lampedusa: emerge la necessità di piazzarla altrove

Quei 25 chili di cocaina purissima ripescata in mare e consegnati ad un insospettabile: ricostruita la rete dei trafficanti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arresto di Blandina stoppa lo smercio di cocaina, le intercettazioni: "Quello se n'è andato .. è morto, non ho dove prenderlo"
AgrigentoNotizie è in caricamento