Gli attentati incendiari a Lampedusa, Cimino e Perconti: "Gesto ignobile"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

«Un gesto ignobile che danneggia Lampedusa e i suoi cittadini». I deputati del Movimento 5 Stelle Rosalba Cimino e Filippo Perconti condannano quanto accaduto nella notte a Lampedusa, dove sono stati dati alle fiamme, in due diverse zone, i cosiddetti “cimiteri delle barche”, luoghi divenuti simbolo dell’accoglienza in cui vengono riposte le imbarcazioni di fortuna su cui viaggiano i migranti sbarcati sull’isola. «Quanto avvenuto nei giorni scorsi, con lo sfregio alla porta d’Europa, e ieri con l’incendio alle barche, non rispecchia lo spirito dell’isola, in passato candidata al Nobel per la pace e da sempre aperta all’accoglienza del prossimo – dicono i due deputati siciliani, componenti del Comitato Schengen – condanniamo con fermezza quanto accaduto sull’isola ed esprimiamo solidarietà al sindaco Totò Martello». Cimino e Perconti si augurano che ritorni presto un clima di distensione sull’isola, dopo gli ultimi atti che hanno destabilizzato il territorio, costringendo anche a un lavoro straordinario ai vigili del fuoco dell’isola, impegnati tutta la notte a spegnere il rogo: «Siamo vicini ai lampedusani che non si rispecchiano in questi atti di violenza – concludono i due deputati – nella speranza che torni a trionfare il rispetto per il prossimo, senza alcuna discriminazione e senza razzismo». 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento