Cronaca

L'aggressione a coppia gay, ecco come "risponde" Lampedusa

Collocato a Calacciuni, il tratto di costa fra la Guitgia e Cala Croce, un cartello con la scritta: "L'importante è che ci sia amore - In questo punto è obbligatorio baciarsi"

"L'importante è che ci sia amore - In questo punto è obbligatorio baciarsi". E' con questo cartello, collocato a Calacciuni, il tratto di costa fra la Guitgia e Cala Croce, che Lampedusa "risponde" all'aggressione fatta con bottiglie di vetro alla coppia gay di Torino che era in vacanza a Palermo. I due ragazzi venerdì stavano percorrendo via Maqueda alla ricerca di un b&b quando, giunti all'angolo con via dell'Università, sono stati circondati e assaliti da un gruppetto di ragazzini. Il branco li aveva già presi di mira poco prima, con insulti e offese, perché i ragazzi si tenevano per mano. Poi però sono passati alle vie di fatto. Uno di loro ha anche lanciato una bottiglia in faccia a uno dei due turisti, colpendolo sul viso. Le vittime sono state soccorse da alcuni amici che hanno anche allertato la polizia e il 118 che ha medicato e portato in ospedale il ferito.

Lampedusa, stamani, con un doppio cartello collocato a Calacciuni ha voluto non soltanto condannare platealmente quanto accaduto a Palermo, ma ha ricordato quello che conta: "L'importante è che ci sia amore". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'aggressione a coppia gay, ecco come "risponde" Lampedusa

AgrigentoNotizie è in caricamento