Migranti, altro attacco di Musumeci al governo nazionale: "Lampedusa sta scoppiando"

Il presidente della Regione, dopo le ultime ondate di sbarchi, polemizza col ministro dell'Interno: "Quanto si dovrà ancora attendere per la proclamazione dello stato di emergenza?"

Il presidente della Regione Nello Musumeci con l'assessore Razza e il sindaco Martello

“Lampedusa sta di nuovo scoppiando. Al nostro grido d’allarme si aggiunge oggi quello del sindaco. Mi spiace che in una lunga intervista al Corriere il ministro non abbia neppure pronunciato la parola Lampedusa".

Lo ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci, che ha aggiunto: "Eppure è luogo-simbolo in Europa e nel mondo. Quanto ancora si deve attendere per la proclamazione dello “stato di emergenza” su quell’isola da parte del governo centrale, richiesto da oltre un mese dal Comune e dalla Regione?”.

Sulla stessa stessa lunghezza d'onda anche il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello che solleva pure il problema dei trasferimenti dei migranti.

"Non possiamo tenere - dice - mille persone in una struttura che ne può ospitare 95, bisogna svuotare subito l'hotspot e chi sbarca resterà sul molo".

Martello aggiunge: "Non possiamo aspettare la nave di domani per i trasferimenti - ha aggiunto - perchè non sappiamo cosà accadrà per tutta la giornata e di notte". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento