Barche dei migranti colate a picco, si bonificano i fondali a Lampedusa

Il sindaco Totò Martello: "Ho firmato l'ordinanza alla luce degli inaccettabili ritardi da parte delle autorità competenti"

 

Al molo Favaloro di Lampedusa si bonificano i fondali invasi dalle imbarcazioni dei migranti inabissate dopo l'approdo. "Le operazioni - dice il sindaco Totò Martello - procedono in seguito all’ordinanza che ho firmato nelle scorse settimane alla luce degli inaccettabili ritardi da parte delle autorità competenti, responsabili di non aver rimosso per tempo le imbarcazioni dei migranti dopo il sequestro che normalmente avviene una volta che queste giungono sull’isola".

Martello, che nella propria pagina facebook pubblica pure dei video che mostrano la difficoltà delle operazioni, aggiunge: "Fino ad oggi abbiamo già riempito quattro camion di rottami e detriti, e stiamo ancora andando avanti. Si tratta di un intervento d’emergenza avviato dal Comune, ma siamo ancora in attesa che si dia seguito ai provvedimenti del governo regionale, così come aspettiamo che il governo nazionale predisponga attraverso la Protezione Civile un piano organico per la bonifica dell’intera area portuale, reso indispensabile dopo le mareggiate delle scorse settimane.

Continuo a ribadire alle autorità competenti -conclude - che è necessario predisporre meccanismi che permettano il rapido smaltimento in sicurezza delle imbarcazioni dei migranti, per evitare che le stesse vengano abbandonate a tempo indeterminato nel nostro porto mettendo a rischio le infrastrutture, le altre imbarcazioni pubbliche e private, il nostro ambiente ed il nostro mare, oltre alla stessa incolumità delle persone". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento