Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Lampedusa e Linosa

Barca si ribalta: 7 vittime e 9 dispersi: molti sono bambini, la Procura apre inchiesta

Le salme, portate su molo Favarolo, appartengono tutte a delle donne, una delle quali in avanzato stato di gravidanza. Sei gli sbarchi, compresi i subsahariani del naufragio, registratisi da stanotte: sono giunte 409 persone. Nonostante il trasferimento, con il traghetto di linea, di 100 ospiti, all'hotspot sono presenti in 661

L'arrivo di una parte dei superstiti a molo Favarolo

Ore 15,35. Ispezione cadaverica esterna effettuata e conclusa sulle salme delle 7 donne rimaste vittime del naufragio che, all'alba, s'è verificato fra Lampedusa e Linosa. La conferma arriva dalla Procura della Repubblica di Agrigento che, con a capo il procuratore Luigi Patronaggio, ha aperto un fascicolo d'inchiesta per la nuova tragedia del mare e della disperazione. Sono stati fatti anche i prelievi di sangue per tracciare il Dna. I cadaveri sono tutti già nelle bare e c'è il nulla osta al seppellimento in località da individuare a cura del prefetto di Agrigento.

Ore 15,06. Era incinta di poco più di due mesi una delle 7 donne rimaste vittime del naufragio che s'è verificato, all'alba, fra Lampedusa e Lampione. La donna che è invece in avanzato stato di gravidanza è quella che è stata trasferita, con elisoccorso del 118, perché rischia di perdere la creatura, in un ospedale di Palermo. Le ricerche dei 9 dispersi, la maggior parte dei quali dovrebbero essere bambini, vanno intanto avanti. Da ore sono in volo anche un Atr42 della Guardia Costiera decollato dalla base aerea di Catania e un elicottero Frontex.

Ore 11,21. Altri 101 subsahariani, fra cui 3 donne, sono sbarcati a Lampedusa. Si tratta, da stanotte, del sesto approdo (compreso il barcone naufragato). L'imbarcazione sulla quale viaggiavano i 101 era stata intercettata, poco prima dell'alba, a 25 miglia a Sud-Est di Lampedusa da una motovedetta della Guardia di finanza. I militari hanno effettuato il trasbordo e hanno lasciato alla deriva il natante. Anche loro sono stati portati - con la scorta dei carabinieri - all'hotspot di contrada Imbriacola dove i presenti, nonostante il trasferimento di 100 persone, sono tornati ad essere 661.

IL VIDEO. Naufragio di Lampedusa, due donne in gravissime condizioni: trasferite con elisoccorso a Palermo

Ore 11. Potrebbero essere, per la maggior parte, bambini i dispersi del naufragio registratosi all'alba fra Lampedusa e Lampione. Secondo i 46 superstiti all'appello mancherebbero 9 persone: gente finita in mare perché alla vista delle due motovedette della Guardia costiera, ancor prima che iniziasse il soccorso, i migranti si sono spostati quasi tutti su una fiancata. Mentre le ricerche, in mare aperto, sono in corso ad opera delle motovedette di carabinieri, Capitaneria e guardia di finanza, all'hotspot si stanno ascoltando - l'attività investigativa è stata affidata dal procuratore capo Luigi Patronaggio alla Squadra Mobile e ai militari delle Fiamme gialle - i superstiti anche per comprendere chi effettivamente manca all'appello. Più migranti, nonostante la grande confusione e lo stato di choc, segnalerebbero la mancanza - fra i superstiti - di alcuni bambini.

Ore 10,44. Cento migranti, già sottoposti a tampone rapido anti-Covid e identificati, stanno per essere imbarcati sul traghetto di linea per Porto Empedocle dove giungeranno in serata. Nell'hotspot di Lampedusa resteranno così 560 ospiti. La Prefettura di Agrigento sta coordinando i trasferimenti dei migranti, tentando di alleggerire la struttura d'accoglienza. Per la serata - ma ancora non è stato stabilito il numero - è prevista un'altra partenza, sempre con il traghetto di linea per Porto Empedocle.

Ore 9,15. E' stato aperto un fascicolo d'inchiesta, a carico di ignoti, per naufragio, dalla Procura della Repubblica di Agrigento. A coordinarlo, in queste primissime battute, è personalmente il procuratore capo Luigi Patronaggio. "Alla vista delle motovedette della Guardia costiera, i migranti presenti sul barcone si sono sbilanciati - ha detto, ricostruendo per grandi linee la tragedia, il procuratore Patronaggio - . Tanti sono finiti in mare o perché messi in malo modo sul barcone o perché hanno perso l'equilibrio. Sulle salme verrà eseguito un esame esterno direttamente a Lampedusa - ha spiegato - . E poi, se dal caso, decideremo se disporre o meno autopsia". Sul barcone viaggiavano dei subsahariani. Le vittime, fra cui una donna in avanza stato di gravidanza, dovrebbero essere del Senegal. Il barcone, a quanto pare, è salpato dalla Tunisia.   

Ore 8,30. Sono saliti a 7 i cadaveri ripescati nelle acque fra Lampedusa e Lampione dove si è registrato, all'alba, il naufragio di un barcone carico di migranti. Ma ci sono ancora - stando alle testimonianze raccolte dai 46 superstiti - 9 dispersi. Sono in corso le ricerche ad opera di Guardia costiera e Guardia di finanza. Fra le 7 salme, portate su molo Favarolo dalle motovedette della Capitaneria di porto, ci sono quelle di quattro donne, una delle quali in avanzato stato di gravidanza. I 46 sopravvissuti sono stati caricati: 19 su una motovedetta e 27 su un'altra sempre della Guardia costiera. 

Ore 7.20. Cinque subsahariani sono morti nel naufragio che c'è stato a circa 5 miglia di distanza da Lampedusa. L'imbarcazione sulla quale viaggiavano si sarebbe all'improvviso ribaltata e più migranti sono finiti in mare. In 48 sono stati ripescati vivi, mentre cinque hanno perso la vita. Sia i sopravvissuti che le salme sono già state portate a molo Favarolo dove stanno per sbarcare. Sul posto, c'è la polizia che cercherà adesso di ricostruire cosa sia accaduto.

Sono 256 i migranti arrivati, a partire dalle 3,30, con quattro diversi barconi. Tre imbarcazioni sono state soccorse al largo dell'isola, la quarta - con 6 tunisini a bordo - è invece riuscita ad arrivare, alle 7 circa, direttamente a molo Favarolo. Anche ieri c'erano stati 4 sbarchi sull'isola con un totale di 136 persone.

Terzo sbarco nel giro di poche ore a Lampedusa: arrivate 118 persone

Stanotte, i primi 126 migranti, di varia nazionalità, sono stati intercettati a circa 14 miglia a Sud: erano su un'imbarcazione di 8 metri. I militari della Guardia di finanza li hanno trasbordati e hanno lasciato alla deriva la "carretta". Alle 6,30 sono giunti a molo Favarolo i 30 migranti che erano stati intercettati a 12 miglia dalla motovedetta Cp309 della Capitaneria di porto e poco dopo ne sono giunti altri 100. Poi si è registrato, fra Lampedusa e Lampione, il naufragio: 5 i morti e 48 i superstiti.

Tutti i 256 migranti sbarcati fra la notte e l'alba a Lampedusa sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove, fra poco giungeranno anche i 48 superstiti del naufragio registratosi fra Lampedusa e Lampione. Con il loro arrivo in contrada Imbriacola, nella struttura si arriverà a 660 ospiti a fronte di una capienza massima prevista per 250 persone. Nel centro di primissima accoglienza sono in corso - ad opera della polizia - le procedure di identificazione di tutti i nuovi arrivati che vengono anche sottoposti a tampone rapido anti-Covid. Passaggi indispensabili per poter pianificare - e la Prefettura di Agrigento è già al lavoro - i trasferimenti o verso la terraferma o sulle navi quarantena. 

(Aggiornato alle 15,36)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barca si ribalta: 7 vittime e 9 dispersi: molti sono bambini, la Procura apre inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento