Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Troppe auto bruciate, Nicolini: "Le Pelagie non meritano di vivere nel Far West"

Il sindaco: "Massima solidarietà e vicinanza al responsabile dell'Urbanistica, così come a tutte le altre vittime dei numerosissimi atti incendiari che hanno avuto una impennata nel 2016"

Un'autovettura distrutta, in passato, da un incendio (foto archivio)

"Massima solidarietà e vicinanza al responsabile dell'Urbanistica, che si occupa anche di abusivismo, del Comune di Lampedusa, così come a tutte le altre vittime dei numerosissimi atti incendiari che sulla più grande delle isole Pelagie hanno avuto una impennata nel 2016". Lo ha dichiarato il sindaco di Lampedusa e Linosa Giusi Nicolini dopo il misterioso incendio della notte fra domenica e lunedì in contrada Terranova.

LEGGI ANCHE: In fiamme l'auto del dirigente dell'Utc di Lampedusa  

L'autovettura, una Chevrolet Spark, era stata lasciata posteggiata sul ciglio della strada quando le fiamme sono, all'improvviso, divampate.

"Iniziare l'anno nuovo con la violenza non è un bel segnale. Aspettiamo l'esito deglio accertamenti in corso - ha detto Giusi Nicolini - . Esprimiamo fiducia nelle istituzioni preposte affinché arrivino all'individuazione e punizione dei vigliacchi che utilizzano il fuoco come arma di intimidazione o ritorsione. Sia il questore che il prefetto di Agrigento hanno assicurato potenziamento sia delle attività di prevenzione che delle attività di indagine. Lampedusa e Linosa non meritano di vivere come nel Far West".

LEGGI ANCHE: Troppe auto bruciate, comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe auto bruciate, Nicolini: "Le Pelagie non meritano di vivere nel Far West"

AgrigentoNotizie è in caricamento