Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Lampedusa e Linosa

Spiaggia dell'Isola dei conigli, la Regione: fino a 1.100 persone al giorno su prenotazione

Il confronto con Comune e Legambiente Sicilia ha messo ordine sulle modalità di fruizione di uno degli arenili più belli al mondo. Due i turni di ingresso

Da 300 ad un massimo di 1.100 persone al giorno. A mettere ordine nella fruizione della spiaggia dell'Isola dei conigli è stata la Regione dopo un confronto con il Comune di Lampedusa e Legambiente Sicilia che gestisce l'area protetta. Sarà però sempre possibile accedere solo dietro prenotazione. 

Due i turni di accesso previsti per la stagione balneare in corso: dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30. La pulizia della spiaggia sarà assicurata da Legambiente, al termine di ogni turno. Le nuove prescrizioni sono contenute in un provvedimento dell’assessorato regionale all’Ambiente. E si tratta di prescrizioni per garantire una fruizione sostenibile della spiaggia, permettendo un’esperienza piacevole ai turisti, per la tutela dell’habitat idoneo alle tartarughe marine per l’ovodeposizione e per evitare di sostare in quella porzione dove c'è - a causa del dissesto idrogeologico - il rischio crollo. 
 
"Con il governo Musumeci – sottolinea l’assessore Toto Cordaro - i nostri tesori ambientali, unici nel mondo, vengono tutelati e garantiti. Ma a differenza di quanto accadeva in passato, se ne deve prevedere la migliore fruizione e la massima valorizzazione. La Regione promuove, infatti, la fruizione sostenibile delle aree naturali protette dell’Isola, favorendo, nel contempo, un turismo compatibile con le esigenze di tutela della biodiversità. Le spiagge e le zone costiere delle aree naturali protette siciliane da sempre sono i luoghi di maggiore attrazione turistica, perché di elevato pregio paesaggistico e naturalistico e, pertanto, meritano di essere fruite con un’attenzione particolare per non comprometterle. Per questo ringrazio Angelo Di Marca di Legambiente Sicilia e il sindaco di Lampedusa Totò Martello per la collaborazione istituzionale prestata".

“Siamo estremamente soddisfatti, sono state ripagate le fatiche di queste settimane – dichiara Angelo Dimarca di Legambiente Sicilia direttore della riserva naturale Isola di Lampedusa – . E’ stata confermata la correttezza e la legittimità dell’operato dell’ente gestore Legambiente che agisce su delega di pubbliche funzioni da parte del dipartimento regionale Ambiente, che in questi giorni ha impresso una ulteriore svolta di grande rilievo, stabilendo per sempre un accesso limitato, su più turni e dietro prenotazione, e modulabile sulla base delle aree disponibili secondo criteri tecnici di agibilità e nel rispetto del carico antropico”.

Il decreto del presidente della Regione sblocca in modo lungimirante e secondo buon senso la fruizione delle aree naturali che rischiavano di finire ingessate in un malinteso senso della sicurezza, allineando la Sicilia alle regioni più evolute per promuovere una fruizione consapevole e responsabile. “In queste ore stiamo lavorando per mettere a regime l’atto di indirizzo dell’Assessorato e dare esecuzione al decreto del presidente della Regione - conclude Angelo Dimarca –, stiamo integrando il regolamento di fruizione e collocando le nuove tabelle, contiamo di mettere tutto a regime già da domenica mattina. Nelle prossime ore renderemo noto ogni dettaglio ed ulteriore informazione. La fatica è tanta, l’entusiasmo molto più grande. Intanto invitiamo tutti a godere del nuovo volto della spiaggia dei Conigli grazie all’azione dell’ente gestore Legambiente ed alla svolta importante e definitiva della Regione Siciliana”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiaggia dell'Isola dei conigli, la Regione: fino a 1.100 persone al giorno su prenotazione

AgrigentoNotizie è in caricamento