rotate-mobile
Il provvedimento / Lampedusa e Linosa

"Oltre 4 chili di cocaina in casa e in un nascondiglio": 52enne collabora con i pm e ottiene i domiciliari

I finanzieri avevano perquisito la sua abitazione e scoperto, guardando le foto del suo cellulare, un posto immerso fra gli arbusti dove conservava una parte della droga. Il gip: "Ha fornito elementi utili ad approfondire il quadro istruttorio"

Collabora con i pm e ottiene gli arresti domiciliari: il gip Iacopo Mazzullo, pronunciandosi sull'istanza del difensore, l'avvocato Calogero Meli e con lo stesso parere favorevole della procura, ha disposto la detenzione in casa con l'applicazione del braccialetto elettronico nei confronti di Celestino Lepredoro, 52 anni, arrestato lo scorso 31 luglio dai finanzieri di Lampedusa dopo essere stato sorpreso con 4,2 chili di cocaina.

La decisione del giudice è la conseguenza della sua decisione di farsi interrogare e collaborare con i pm. "Ha fornito elementi utili - scrive il gip - all'approfondimento del quadro istruttorio. Le esigenze cautelari, di conseguenza, sono state ritenute affievolite.

Droga in casa e nascosta fra i cespugli: arrestato 52enne

Gli investigatori, secondo quanto era stato reso noto, avevano perquisito l'abitazione dell'uomo di cui, da tempo, sospettavano potesse spacciare. All'interno dell'abitazione erano stati trovati due panetti da un kg ciascuno, ancora sigillati, contenenti sostanza risultata positiva alla cocaina mediante narcotest, ulteriori 67 grammi della stessa droga, pronta per essere verosimilmente confezionata in dosi, due bilancini di precisione e la somma di 5.900 euro in banconote di vario taglio, occultati in posti diversi dell’abitazione e in luoghi anche insoliti (tra cui un barattolo di patatine).

L'operazione ha avuto poi una seconda "puntata": i finanzieri avevano controllato il telefono del 52enne trovando la foto di un posto dove hanno ritenuto potesse essere nascosta altra droga. I militari hanno riconosciuto il punto esatto e sono andati per ispezionarlo: occultati in mezzo a un cespuglio sono stati altri due panetti di sostanza risultata positiva alla cocaina.

Nelle settimane successive Lepredoro ha deciso di collaborare con la giustizia ed è probabile che le sue rivelazioni possano portare a ulteriori sviluppi investigativi. Nel frattempo il giudice ha attenuato la misura cautelare nei suoi confronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oltre 4 chili di cocaina in casa e in un nascondiglio": 52enne collabora con i pm e ottiene i domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento