Agrigento, La Scala (M5s): «Firetto riferisca su debito con Saiseb»

Con sentenza n. 26031 del 2005 del Tribunale di Roma il Comune di Agrigento è stato condannato al pagamento della somma di 5 milioni 535.000 circa alla ditta Saiseb (societa' per azioni italiana strade edilizia bonifiche Spa) per lavori di costruzione della rete idrica e fognaria nel Centro storico. Contro tale sentenza il Comune di Agrigento si è appellato alcuni anni fa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Con sentenza n. 26031 del 2005 del Tribunale di Roma il Comune di Agrigento è stato condannato al pagamento della somma di 5 milioni 535.000 circa alla ditta Saiseb (societa' per azioni italiana strade edilizia bonifiche Spa) per lavori di costruzione della rete idrica e fognaria nel Centro storico. Contro tale sentenza il Comune di Agrigento si è appellato alcuni anni fa.
E’ stato reso noto adesso che  con sentenza n. 4414/2014, notificata a mezzo pec il 03/07/2015, la Corte di Appello di Roma ha rigettato l'appello proposto dal Comune di Agrigento avverso la sentenza n. 26031/2005 “ S.A.I.S.E.B. s.p.a. - societa' per azioni italiana strade edilizia bonifiche,  e ministero  delle  infrastrutture”.
Il 24 luglio scorso il funzionario specialista avvocato Rita Salvago ha trasmesso per conto del Comune di Agrigento il parere legale in cui dichiara di ritenere “che la sentenza della Corte di Appello di Roma sia errata e che, pertanto,   debba essere proposto ricorso per cassazione”. Le è stato conferito l’incarico di fare ricorso.
Ma se la Cassazione dovesse dare ragione alla Saiseb, la sentenza diventerà immediatamente esecutiva e il Comune di Agrigento, dovrà pagare un debito di ben 5 milioni e 335 mila euro, oltre le spese legali.
Tutto ciò non potrà che avere conseguenze pesantissime su un bilancio comunale che il Sindaco Calogero Firetto ha detto che presenta problemi strutturali. Non è chiaro se tale somma sia stata inserita come debito fuori bilancio negli anni precedenti. Anche questo è un aspetto che andrebbe chiarito.
Riteniamo sia dunque urgente che il Sindaco Calogero Firetto faccia subito chiarezza sulla vicenda, riferendo in aula, nella prossima riunione del consiglio comunale (che a questo punto riteniamo sia urgente) che non può che avere al primo punto all’ordine del giorno le comunicazioni del Sindaco sulla situazione delle casse comunali.

Il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle
Marcello La Scala

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento