menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La polizia festeggia il suo Patrono, San Michele arcangelo

Si è celebrata ieri, 29 settembre, la cerimonia in onore di San Michele arcangelo, Patrono della Polizia di Stato. Quest'anno la Questura di Agrigento ha voluto celebrare la ricorrenza nella suggestiva cornice della parrocchia "Maria Santissima dell'Assunta" di San Leone; particolarmente sentita è stata, come sempre, la partecipazione del personale della Polizia di Stato in servizio e in quiescienza, dell'amministrazione civile dell'interno e dei familiari. La funzione è stata officiata dall'arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro e dai concelebranti Don Baldo Reina e don Angelo Chillura.

Nel corso della sua omelia, monsignor Montenegro ha accomunato gli appartenenti alle Forze dell'ordine agli angeli di San Michele. Durante la preghiera sono stati ricordati l'ex dirigente del Commissariato di Canicattì, Vito Cunzolo, recentemente scomparso, e l'assistente capo Massimo Battaglia, deceduto per un incidente in mare.

La solennità dell'evento è stata ulteriormente accentuata dalla presenza del prefetto Francesca Ferrandino, e dei comandanti provinciali dell'Arma dei carabinieri, Mario Di Iulio, e della Guardia di finanza, Pasquale Porzio. A loro il questore di Agrigento, Giuseppe Bisogno, ha voluto rivolgere un particolare ringraziamento a nome proprio e di tutti i poliziotti che lavorano in questa provincia. Anche quest'anno la ricorrenza è stata accompagnata dall'iniziativa del "Family day", nel cui contesto si è proceduto all'inaugurazione e benedizione della nuova "Sala del benessere" della caserma "Anghelone" ed alla consegna delle medaglie ad otto appartenenti alla polizia di Stato in quiescenza, che nel corso della loro carriera si sono particolarmente distinti in attività di servizio.

I premiati sono stati il primo dirigente Francesco Lo Monaco, il commissario del Ruolo direttivo speciale Giuseppe Gentile, il commissario del Ruolo direttivo speciale Salvatore Monaco, l'ispettore superiore Francesco Morreale, l'ispettore capo Angelo Cellura, il sovrintendente capo Raimondo Galante e il sovrintendente capo Gaetano Messina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento