La nuova era del teatro "Pirandello", già staccati 700 abbonamenti

Gaetano Aronica: "Stiamo andando a gonfie vele, oltre ogni aspettativa. Non soltanto abbiamo già pareggiato i numeri dello scorso anno, ma contiamo proprio di superarli"

Gaetano Aronica

"Stiamo andando a gonfie vele, oltre ogni aspettativa - ha confermato Aronica - . Non soltanto abbiamo già pareggiato i numeri dello scorso anno, ma contiamo proprio di superarli". E, a quanto pare, vi sarebbero anche degli interessamenti da parte di alcuni sponsors. Il che, naturalmente, conferma - ed in maniera plateale - che il "Pirandello" sta andando bene. In caso contrario - è la storia ad insegnarlo - nessuno avrebbe bussato alla sua porta. "E' un teatro ormai fuori dalle ambizioni localistiche. Un teatro che stiamo cercando di rendere di interesse nazionale e non solo con le ospitate" - dice Aronica che è, chiaramente, un tecnico - . Lo scorso anno, l'incasso più alto - ben 20 mila euro - fu quello di "Vestire gli ignudi" con regista lo stesso Gaetano Aronica. Spettacolo, prodotto dalla fondazione "Pirandello", che è stato venduto in tutta Italia. Quest'anno, invece, non ci sarà - ed è stata una scelta volontaria - lo spettacolo che Aronica e Gianfranco Jannuzzo - "Il berretto a sonagli" - stanno portando nei teatri dell'intera penisola. "Con "Vestire gli ignudi" - ha spiegato ieri l'attore e regista Gaetano Aronica - ossia con la prima produzione, il "Pirandello" si è inserito come elemento attivo nel mercato e non più soltanto come elemento passivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova stagione teatrale, ci sarà anche Raul Bova 

Aronica, però, ha dovuto ingoiare anche dei "bocconi" amari. Ma è un professionista che non si ferma e che riesce a portare "a casa" strepitosi risultati. Esiti che, nel caso della fondazione "Pirandello", non possono che andare di pari passo con il bene della sua città natale. "Il cartellone attuale non è casuale - ha concluso - . A fianco di spettacoli dichiaratamente di grosso richiamo ci sono anche spettacoli di nicchia. E ci siamo mossi anche per cercare di abbattere, ammortizzandoli con altri teatri, i costi degli spettacoli più grossi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

  • Vigile del fuoco e operaio dell'aeroporto positivi al Coronavirus: nuovo caso anche a Cattolica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento