rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

L'inchiesta su Girgenti Acque si allarga: altri due indagati "eccellenti"

Il pm Salvatore Vella coordina personalmente in Puglia le perquisizioni in una società che certificava i bilanci: sotto inchiesta un socio e un dirigente

La maxi inchiesta che ipotizza una sosfisticata rete affaristica attorno a Girgenti Acque, con complicità a tutti i livelli professionali e istituzionali, sbarca in Puglia con due giornate di perquisizioni e interrogatori a Bari. La sede della Deloitte & touche S.p.a., una delle maggiori società di revisione contabile in Italia e tra le più importanti al mondo, è stata perquisita a fondo dai militari della Guardia di finanza del Nucleo di polizia finanziaria e dai carabinieri del Nucleo investigativo di Agrigento, su delega della Procura della Repubblica di Agrigento diretta da Luigi Patronaggio.

La rete affaristica attorno a Girgenti Acque, nuove perquisizioni

Sono stati sequestrati centinaia di documenti utili per ricostruire le vicende societarie della Girgenti Acque, che per volontà del presidente Marco Campione dal 2013 ha i propri bilanci certificati proprio dalla Deloitte. Tra i documenti sequestrati anche alcune fatture hanno attirato l'attenzione dei militari operanti e delllo stesso pubblico ministero Salvatore Vella, che ha coordinato le attività in Puglia. 

Ecco l'elenco dei settantadue indagati

Si tratta, in particolare, di decine di fatture per oltre 2 milioni di euro, custodite nei locali della Deloitte, che gli inquirenti ritengono false e che avrebbero reso inattendibile il bilancio di Girgenti Acque del 2014, "alterandone in maniera determinante - sottolineano alcune fonti investigative - le poste principali". Gli inquirenti avrebbero trovato decine di doppie fatture, aventi lo stesso numero e data di emissione ma con oggetto e descrizioni diverse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta su Girgenti Acque si allarga: altri due indagati "eccellenti"

AgrigentoNotizie è in caricamento