Cronaca

Ufficio di presidenza, l'opposizione: "Ci spetta un componente"

I consiglieri di minoranza tornano a chiedere un membro all'interno della presidenza del consiglio comunale

“Siamo costernati e dispiaciuti nel vedere che è divenuta consuetudine il lasciare senza risposte le varie richieste fatte dai consiglieri, ancor più se consiglieri di opposizione. L’arma più usata sembra proprio il silenzio come se il malessere accusato dai consiglieri, soggetti rappresentanti del volere popolare e legittimati dalle ultime elezioni, non toccasse l’interesse delle stanze alte di questo comune. Ancor di più ci dispiace se è proprio l’ufficio di presidenza, organo di garanzia del consiglio tutto, ad ignorare le preoccupazioni espresse”.

A sostenerlo sono i consiglieri di opposizione al Comune di Agrigento. Si tratta di: Nuccia Palermo, Salvatore Borsellino (Sicilia Futura), Giovanni Civiltà, Giorgia Iacolino e William Giacalone (Forza Italia), Marcella Carlisi e Rita Monella (Movimento 5 stelle), (indipendenti) Pasquale Spataro, Gerlando Gibilaro e Nello Hamel, i quali tornano a chiedere un membro di minoranza all’interno della presidenza del consiglio.

“Asso piglia tutto – conclude l’opposizione - sembra essere il gioco preferito dell’attuale classe politica che però, con tale atteggiamento, rischia di creare sempre di più una situazione di stallo e di mancanza di dialogo tra opposizione e maggioranza dove a farne le spese è il cittadino”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ufficio di presidenza, l'opposizione: "Ci spetta un componente"

AgrigentoNotizie è in caricamento