L'incidente sul lavoro all'Asi, c'è un terzo indagato: è un operaio

All'all’obitorio dell’ospedale “San Giovanni di Dio” è stato effettuato – su incarico del sostituto procuratore Chiara Bisso, titolare del fascicolo d’inchiesta, - l’esame autoptico. Ad eseguirlo è stato il medico legale Sergio Cinque dell’università di Palermo

C’è un terzo indagato – sempre per l’ipotesi di reato di omicidio colposo – nell’ambito dell’inchiesta sull’incidente sul lavoro, verificatosi lo scorso 2 gennaio, all’interno della “Medical gas criogenici srl”: impresa che si trova nella zona industriale a cavallo fra Agrigento, Aragona e Favara. Ad essere iscritto nel registro degli indagati, dalla Procura della Repubblica, è stato anche un operaio, un collega della vittima: il ventottenne Massimo Aliseo, sposato e padre di due bambine piccole, originario di Canicattì ma residente ad Agrigento.

Incidente sul lavoro, due indagati per omicidio colposo 

Ieri pomeriggio, all’obitorio dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, è stato effettuato – su incarico del sostituto procuratore Chiara Bisso, titolare del fascicolo d’inchiesta, - l’esame autoptico. Ad eseguirlo è stato il medico legale Sergio Cinque dell’università di Palermo. Nessuna indiscrezione – anche se appare verosimile un violento trauma cranico - è filtrata su quali siano state le cause della tragedia che ha ucciso l’operaio ventottenne. Il medico legale, come sempre avviene in questi casi, nelle prossime settimane depositerà in Procura la propria relazione con tutti gli esami eseguiti. Nelle prossime ore, verosimilmente, la salma di Massimo Aliseo verrà dissequestrata e restituita al dolore e alla disperazione dei familiari che dovranno organizzare i funerali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scoppia una bombola d'ossigeno, muore un ventottenne 

L’iscrizione delle tre persone – due riconducibili all’impresa e un operaio - nel registro degli indagati è semplicemente un atto dovuto. La Procura, naturalmente, ha garantito la possibilità di partecipare all’irripetibile esame autoptico.

La società: "Fatto inspiegabile"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento