menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Agrigento

Il tribunale di Agrigento

L'inchiesta sulla latitanza del boss Genova, assolto un carabiniere

L'appuntato Angelo Santamaria, dopo l'archiviazione delle accuse di favoreggiamento, era finito a processo per omessa denuncia

Prima l’archiviazione delle accuse più gravi che non hanno portato neppure a un processo, adesso l’assoluzione dall’imputazione residua di “omessa denuncia”: finisce il calvario giudiziario dell’appuntato dei carabinieri Angelo Santamaria, 55 anni, in servizio alla stazione di Ravanusa e all’epoca dei fatti a Palma. Il giudice Antonio Genna lo ha assolto “perché il fatto non sussiste”.

La vicenda si inquadra nel contesto molto più ampio delle indagini che hanno portato al rinvio a giudizio di nove persone, fra cui tre colleghi di Santamaria, ai quali si contesta di avere fiancheggiato la fuga del boss di Delia Cesare Genova dopo l’evasione dal carcere di Rebibbia in occasione di un permesso premio. Santamaria, assistito dall’avvocato Eleonora Minio, in un primo momento fu accusato insieme ai tre colleghi di avere favorito la fuga di Genova.

Era rimasta in piedi la sola accusa di omessa denuncia perché dal contenuto di un’intercettazione pareva che avesse tentato di convincere Mirarchi a non multare un automobilista che era stato sorpreso alla guida nonostante gli fosse stata revocata la patente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento