L'inchiesta sui migranti umiliati e costretti a schiaffeggiarsi, spunta il video: via libera all'incidente probatorio

Il gip accoglie la richiesta della Procura e sentirà cinque ospiti della struttura che avrebbero assistito alla scena: a immortalarla potrebbe essere stato uno di loro. La Questura: "Siamo stati noi a denunciare, subito provvedimenti disciplinari"

foto ARCHIVIO

Il gip di Agrigento Alessandra Vella ha accolto la richiesta del pm Cecilia Baravelli e ha disposto l'incidente probatorio per sentire cinque migranti ospiti di una struttura di accoglienza, due dei quali sarebbero state vittime di umiliazioni e percosse da parte di un poliziotto, iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di abuso dei mezzi di correzione.

La notizia è stata riportata ieri, in esclusiva, su AgrigentoNotizie e, dopo alcune ore, è circolato in rete il video, probabilmente girato con un cellulare da uno dei migranti, in cui si vede la scena che ha dato impulso all'indagine.

Migranti percossi dopo fuga da centro in quarantena, Procura apre inchiesta

"Sei l'ospite e devi rispettare la legge, adesso inginocchiatevi e schiaffeggiatevi a vicenda". I due migranti, come si vede nel video, sono stati umiliati e puniti così dopo un tentativo di fuga fallito dal centro di accoglienza dove erano stati posti in quarantena. 

Il pubblico ministero Cecilia Baravelli ha aperto un'inchiesta e iscritto nel registro degli indagati un poliziotto, in servizio di vigilanza nella struttura, con l'accusa di "abuso dei mezzi di correzione". L'ispettore, che ha nominato come difensore l'avvocato Daniela Posante, secondo quanto sarebbe stato denunciato, dopo un tentativo di fuga, avvenuto nei primi giorni di giugno, dal centro di accoglienza di contrada Ciavolotta, dal quale si erano allontanati alcuni migranti posti in quarantena come misura anti-contagio, avrebbe umiliato due giovani migranti, nel frattempo bloccati, di cui uno minorenne, forse per dare una "lezione" agli altri.

I due ragazzi sarebbero stati costretti a inginocchiarsi - ma nel video sono in piedi - davanti a tutti gli altri ospiti della struttura, uno di fronte all'altro e invitati a schiaffeggiarsi a vicenda. Uno dei due, inoltre, sarebbe stato colpito dal poliziotto con due schiaffi. 

Dopo il tentennamento di uno dei due a schiaffeggiare il compagno, lo avrebbe esortato a "fare l'uomo". Di fronte al gesto di dolore dello stesso, per lo schiaffo ricevuto dal compagno, obbligato dallo stesso poliziotto, gli avrebbe detto: "E allora non uscire di qua".

Il magistrato della Procura ha chiesto e ottenuto dal gip l'incidente probatorio per sentire i migranti ed evitare che si possa disperdere la prova con il loro allontanamento. 

La Questura: "Siamo stati noi a denunciare, subito provvedimenti disciplinari"

"All'inizio della scorsa settimana, quando è pervenuta la notizia di un comportamento scorretto ad opera di un appartenente alla Polizia di Stato nei confronti di alcuni cittadini extracomunitari, la Questura di Agrigento ha provveduto a segnalare sia i fatti accertati che gli autori degli stessi alla locale Procura della Repubblica". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo precisa, con una nota, la Questura di Agrigento che aggiunge: "La stessa ha tempestivamente avviato un'indagine e nel giro di pochi giorni ha emesso informazione di garanzia nei confronti dell'indagato. Si rende noto, altresì, che il questore di Agrigento ha immediatamente avviato iniziative disciplinari".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento